Su 630 deputati, soltanto 19 presenti: ecco chi paghiamo per governarci

giulio regeni

Aula vuota durante la discussione sull’Istituzione di una Commissione d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni.

La politica dovrebbe dare l’esempio, sempre. E invece, ancora una volta, ci ritroviamo ad assistere a una scena pietosa: il vuoto dell’aula parlamentare durante la discussione sull’Istituzione della Commissione d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni.

Tra i deputati presenti: 8 del Pd, 4 del Movimento 5 stelle, 2 per Lega e Liberi e uguali, un solo deputato per Forza Italia e nessun parlamentare per Fratelli d’Italia. Su 630 deputati, soltanto 19 hanno partecipato al dibattito: “colpa” delle ferie?

L’incontro tra Conte e Al Sisi sul caso Giulio Regeni

Solo qualche giorno fa, il 27 aprile, il giornale La Repubblica pubblicava una lettera dei genitori di Giulio Regeni che chiedevano al Presidente del Consiglio di farsi “portavoce della richiesta di Verità e Giustizia sul rapimento del figlio“.

Di lì a poco infatti, il premier Conte avrebbe incontrato il Presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi.

Nella lettera si legge: “Presidente Conte, si ricordi di Giulio mentre stringerà la mano del Generale Al Sisi e pretenda, senza ulteriori dilazioni o distrazioni di sorta, la verità sulla sua uccisione”.

Conte era a Pechino per il Belt and Road Forum e in quella occasione ha avuto effettivamente modo di parlare con il Presidente egiziano.

Durante la conferenza stampa ha tenuto a sottolineare che: “Il caso Regeni è stata una delle cose più importanti di cui abbiamo parlato”.

Proprio in virtù di questo appello dei genitori, dell’incontro con il Presidente egiziano e del rispetto che si dovrebbe nei riguardi di una vicenda che sino a oggi non ha saputo dare una risposta alla morte di Regeni, sarebbe stato opportuno presentarsi in aula.

Non per l’approvazione, scontata, della commissione d’inchiesta ma per dare un segno importante: sostenere i genitori e invocare una giustizia che tarda ad arrivare.

In tutti questi anni abbiamo sentito tante chiacchiere che resteranno tali se l’interesse è quello dimostrato: quell’aula vuota è una vergogna!

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com