“Se dovessi uccidere qualcuno ucciderei Salvini” e scoppia il caos in studio – Video

giustifica

Immigrato dichiara: “Ucciderei Salvini”. E Vauro lo giustifica (Video)di Ilaria Paoletti

Milano, 27 mar – Durante la trasmissione Quarta Repubblica, condotta da Nicola Porro su Retequattro il fumettista Vauro Senesi ci ha ricordato a cosa può arrivare la faziosità dei sinistrorsi.

Le interviste agli immigrati. La redazione di Porro confeziona un servizio in cui l’inviata si aggira per la periferia di Torino e domanda ad alcuni immigrati cosa pensano della faccenda dell’autobus sequestrato dal senegalese Ousseynou Sy che ha messo in pericolo le esistenze di 51 bambini innocenti.

Ti potrebbe interessare anche: Vauro, quando le battute non fanno ridere ma il resto sì: scontro a Rete 4

Vauro giustifica le parole dell’intervistato

Le risposte delle “risorse” sono a dir poco sconfortanti. C’è chi nicchia, chi comprende la “frustrazione” dell’autista e chi, infine, si spinge a dire: “Se dovessi uccidere qualcuno ucciderei Salvini”.

Appena il servizio termina, il vignettista ideologo della sinistra italiana, ospite in studio, si lascia andare a delle giustificazioni nei confronti dei soggetti ritratti nell’inchiesta, dicendo: “Io cerco di capire perché dicano così”.

Ma Porro non ci sta. E’ proprio il conduttore di Quarta Repubblica che prende in mano la situazione e rimbrotta Vauro: “Io lo trovo agghiacciante. Non si spara a Salvini, non si pensa. E se c’è un caz*one che prende in ostaggio 51 persone, caro Vauro, io lo metto in galera. E se qualcuno lo difende mi fa schifo. È un delinquente. Non c’è una giustificazione”.

Insomma, come al solito Vauro ricicla la sua narrativa sessantottina e la applica ai temi correnti. Tra spari e immigrati pieni di rabbia scommettiamo che se ne starà comunque al caldo nella sua bella casa al centro di Roma lontano dai nostri problemi.

MINACCE A SALVINI, PORRO VS VAURORacconto del giornalista e conduttore Nicola PORRO.In un servizio a Quarta Repubblica un immigrato, intervistato a proposito dell’atto terroristico dell’autista senegalese, dichiara: “Io non potrei mai sequestrare bambini che non hanno colpe. Se dovessi uccidere qualcuno, sarebbe SALVINI o qualcuno con responsabilità per i migranti…”Parole agghiaccianti, che però trovano la giustificazione di VAURO. Io non ci sto e parte un duro battibecco con il vignettista toscano.Dalla trasmissione Quarta Repubblica del 25 marzo 2019.

Posted by Claudio Bosso on Wednesday, March 27, 2019

Fonte: IL PRIMATO NAZIONALE – Titolo originale: Immigrato dichiara: “Ucciderei Salvini”. E Vauro lo giustifica (Video)

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com