Vasto, ricattata e stuprata per 2 anni: “sesso o pubblichiamo i tuoi video hard”

Vasto

Vasto, ragazzina violentata e ridotta in schiavitù: arrestati due minorenni – di E.M.

Sotto ricatto da due anni, finalmente la giovane ha denunciato ai carabinieri i suoi coetanei

È stata violentata e ridotta in schiavitù: è la triste storia di una studentessa minorenne di Vasto, in provincia di Chieti. Solo dopo due anni ha trovato il coraggio di denunciare i suoi aguzzini, suoi coetanei: l’avevano tenuta sotto ricatto con la minaccia di diffondere foto e video girati a sua insaputa.

Ti potrebbe interessare anche: Solo in India: 625€ di multa per stupro su minorenne e in 4 reagiscono così

Si tratta di due minorenni, entrambi hanno circa 17 anni: sono stati arrestati dai carabinieri di Vasto e dovranno rispondere di violenza sessuale di gruppo, riduzione in schiavitù, cessione aggravata di sostanze stupefacenti.

La ragazzina ha riferito ai carabinieri che alla fine dell’estate 2016, quando aveva appena 14 anni, aveva iniziato una relazione con un coetaneo, di poco più grande di lei, il quale avrebbe ripreso con il cellulare i primi momenti di intimità, senza che lei lo sapesse.

Da lì al ricatto il passo è stato breve: il giovane ha cominciato a minacciarla di diffondere i video se lei non avesse effettuato prestazioni sessuali per lui e ad altri minorenni. A questo si aggiunge il fatto che alla giovane in una occasione è stata somministrata della cannabis al fine di disinibirla: un’altra foto, un altro ricatto.

Ti potrebbe interessare anche: Rapita, torturata, violentata e uccisa a 8 anni. Il killer rischia la pena di morte

Solo ora, dopo quasi due anni, la giovane ha trovato il coraggio di raccontare a un amico l’orrendo ricatto alla quale veniva sottoposta. È stato lui a consigliarla di raccontare tutto ai carabinieri, che hanno fatto scattare subito le indagini e hanno fermato due 17enni.

Nel loro smartphone e nel tablet, gli uomini dell’Arma hanno trovato le immagini incriminate e hanno arrestato i due ragazzi. Fonte: IL GIORNALE D’ITALIA

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com