Valeriana: ecco cosa succede se ne prendi 20 gocce quando sei ansioso

valeriana

Valeriana, un potente rimedio naturale contro insonnia, ansia e stress 

La valeriana in gocce è uno dei rimedi naturali per contrastare insonnia, ansia e stress.

Ma qual è il dosaggio giornaliero giusto? La valeriana è una pianta i cui principi attivi sono sfruttati per favorire il sonno e lenire gli stati asiosi.

Dato il suo effetto tranquillizzante sul sistema nervoso, questa pianta è altamente indicata per coloro che soffrono d’insonnia o di ansia generalizzata al posto di sonniferi farmaceutici poiché è del tutto naturale e ha degli effetti collaterali davvero minimi.

Effetti collaterali della valeriana. Gli effetti collaterali – che potrebbero svilupparsi a lungo termine e in caso di sovradosaggio – non sono pericolosi, ma per evitare di incorrere in spiacevoli problemi, è necessario rispettare il dosaggio giornaliero consigliato dal medico.

La posologia della valeriana in gocce analcoliche è di 400-900 mg, da assumere durante la giornata, mentre per l’estratto idroalcolico, la dose è di 20 gocce tre volte al giorno in caso di ansia, stress e nervosismo, e 40 gocce prima di andare a dormire se si soffre di insonnia.

E’ efficace nel trattamento prolungato, per cui si consiglia di assumere questo rimedio per almeno due settimane per poterne apprezzare i benefici.

In quali casi conviene utilizzarla: 1 – Insonnia e disturbi del sonno: assumere 50 gocce di tintura madre in un po’ d’acqua la sera, mezz’ora prima di coricarsi.

2 – Stress e incapacità a star fermi: assumere 3-4 capsule di polvere (500mg cad.) al giorno

3 – Attacchi di panico, crisi d’angoscia, tremori, crampi addominali, irritabilità, tensione nervosa, vertigini, cefalee, colon irritabile: assumere 50 gocce di tintura madre in un po’ d’acqua, 3 volte al giorno.

Il trattamento con gli estratti di valeriana non deve superare i 2-3 mesi consecutivi; se diventa necessario, ripetere dopo un mese di interruzione. Fonte: soluzionibio