Si siede al Pronto Soccorso e muore: per 2 ore nessuno gli ha chiesto nulla

Gli ultimi, i dimenticati… anche in un pronto soccorso. Questa è la triste fine di Ignoto1 nella sala d’aspetto del Santa Croce a Moncalieri. Ma andiamo per gradi.

Viene notato da alcuni clienti all’uscita di un supermercato di La Loggia, periferia di Torino. Era seduto per terra, tra i cartoni, sembrava molto debole e hanno deciso di chiamare l’ambulanza.

Trasportato al pronto soccorso del Santa Croce di Moncalieri, gli è stato chiesto di identificarsi ma lui ha risposto di non sapere il suo nome e di non avere nessuno da chiamare. Ecco perché lo hanno registrato come Ignoto1.

Secondo quanto dichiarato dal direttore sanitario, il paziente non aveva nessuna patologia e dopo che gli era stata offerta una colazione, aveva firmato il foglio di uscita senza sottoporsi a ulteriori controlli. Era martedì 30 aprile.

Moncalieri, i sanitari del Santa Croce: “Sembrava dormisse”

La sera del 1 maggio, forse per un malore o semplicemente perché infreddolito, Ignoto1 è tornato in quel pronto soccorso e si è seduto senza avvisare il personale della sua presenza.

Era rimasto lì per diverse ore, “Sembrava dormisse” dicono i sanitari. Una parente di un paziente che era lì per accertamenti, si è avvicinata a lui provando a scuoterlo senza riscontrare alcuna reazione: Ignoto1 era morto.

Il pm, Mario Bendoni, ha aperto un’inchiesta per chiarire le cause del decesso ma non ci sono ipotesi di reato né indagati. Ignoto1 è anche il nome utilizzato per identificare il fascicolo.

Di lui non si sa niente, da un articolo pubblicato su LaStampa apprendiamo che forse il nome era Beppe e nulla di più.

Vagava infatti senza alcun documento, non si sa nemmeno da dove venisse, che vita abbia fatto e perché era in strada.

I carabinieri di Moncalieri hanno chiesto anche ai clochard della zona se lo conoscessero ma niente, nessuno tra loro sapeva chi fosse.

Una storia triste e misteriosa: chissà se qualcuno lo stava cercando. È assurdo dover constatare che nel 2019 si possa morire così. In questo caso la malasanità non c’entra, l’unica vera causa è la nostra indifferenza.

Anche se alcuni clochard scelgono di voler fare questa vita, per la maggior parte si tratta di circostanze sfortunate che hanno determinato quella situazione.

Non sappiamo se Ignoto1 avesse scelto di vivere così, sappiamo però quello che ha detto: “Non ho nessuno da poter chiamare”.

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com