Terremoto in Puglia: gente in strada e scuole evacuate

543
terremoto in puglia

Forte scossa di terremoto in Puglia: panico a Barletta, scuole evacuate e gente in fugadi Biagio Chiariello

Una scossa di terremoto è stata avvertita alle 10.13, fra 3,7 e 4,2 di magnitudo (poi rivista a 3.9), tra le province di Barletta, Andria e Trani.

Molte persone sono uscite in strada. A Bari il personale in servizio negli uffici del Palazzo di Giustizia è stato evacuato, così come per alcune scuole.

Una forte scossa di terremoto ha colpito la Puglia poche ore fa. Secondo i primi dati, la scossa, registrata dalle strumentazioni dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia), s’è verificata alle 10:13 di stamattina e ha colpito la zona di Barletta.

La scossa, di intensità fra 3,7 e 4,2 di magnitudo (poi rivista a 3.9) a 34.2km di profondità, è stata avvertita in tutta la Regione e in modo particolare ad Andria, Cerignola, Molfetta.

A Trani, per precauzione, sono state evacuate alcune scuole. Molte persone sono uscite in strada. Ma fortunatamente non si registrano, al momento, danni gravi a persone e cose.

A Trani si segnala tuttavia un crollo che ha riguardato la chiesa di San Domenico, già recintata in quanto pericolante, dove è crollata un’anfora decorativa.

Scuole e uffici evacuati, anche a Bari. La scossa è stata avvertita persino a Bari e Foggia e in Basilicata, fino a Potenza. Sono al lavoro i tecnici dell’Osservatorio sismologico dell’Università di Bari.

Terremoto in Puglia: tutti in strada

Proprio nel capoluogo il personale in servizio negli uffici giudiziaria nel palazzo ex Telecom a Poggiofranco sono scesi tutti in strada.

La paura è stato talmente tanta che alcune scuole sono state evacuate anche nella stessa Bari città: nella scuola elementare Re David, di via Celso Ulpiani, i piccoli scolarisono stati fatti uscire e aspettano indicazioni dalla Questura.

Lo stesso dicasi per gli studenti dei dipartimenti di Giurisprudenza e Scienze Politiche nel palazzo di piazza Cesare Battisti.

Diversi terremoti negli ultimi giorni nel Centro-Sud. Negli ultimi giorni molte scosse si stanno avvertendo nelle regioni meridionali, le ultime ieri pomeriggio in Calabria.

Venerdì 17 maggio era stata registrata una lieve scossa di magnitudo 2 tra le province Bat e Foggia.

Un’altra scossa era stata registrata all’alba di oggi nelle Marche. Alle ore 6:45 l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha segnalato un terremoto di magnitudo 3.3 a largo della costa marchigiana fermana.

L’ipocentro è stato fissato a 8 km di profondità mentre l’epicentro è stata localizzato a 18 km da Civitanova Marche (MC) e 19 da Porto Sant’Elpidio (FM). Fonte: Fanpage.it