Indonesia, nuovo video. Urla dal tetto a gente in spiaggia: tsunami in arrivo

Terremoto in Indonesia: si aggrava il bilancio, almeno 832 mortidi Angela Rossi

Lotta contro il tempo per cercare superstiti sepolti tra le macerie e il fango

E’ una tragedia di proporzioni inimmaginabili quella che si prospetta in Indonesia a seguito del terremoto e dello tsunami che ha colpito le province centrali dell’isola di Sulawesi, in particolare la città di Palu.

La forza del terremoto – di magnitudo 7.5, preceduto da una scossa di intensità 6.1 – ha devastato alcuni centri abitati della zona centrale dell’isola, mentre lo tsunami provocato ha fatto il resto, colpendo l’area costiera con onde alte fino a tre metri.

Si aggrava il bilancio del terremoto in Indonesia

Nel frattempo, le autorità locali hanno comunicato che è salito ad almeno 832 morti il bilancio della catastrofe.

L’annuncio è stato dato dal portavoce della Protezione civile, Sutopo Purwo Nugroho, che ha sottolineato che i dati si riferiscono in gran parte alla capitale provinciale di Palu, a 80 chilometri dall’epicentro del sisma.

soccorritori non sono ancora riusciti a raggiungere ampie aree costiere più a nord fino alla città di Donggala, a 27 chilometri dall’epicentro.

Immagine televisive dall’alto mostrano anche in quella zona devastazioni massicce e terreni allagati.

Ti potrebbe interessare anche: Vulcano potrebbe generare tsunami: Sicilia, Campania e Calabria a rischio

Le vittime potrebbero essere migliaia

E mentre i soccorritori continuano a cercare i superstiti sepolti sotto le macerie e il fango, il vicepresidente dell’Indonesia, Jusuf Kalla, ha dichiarato che il numero delle vittime di uno tsunami potrebbe essere nell’ordine delle migliaia.

Ti potrebbe interessare anche: Catastrofi sottovalutate in Giappone: la macchina perfetta si inceppa

Ci sarebbe un numero imprecisato di dispersi: a centinaia di erano radunati per un festival sulla spiaggia della città di Palu il venerdì, quando le onde si sono abbattute sulla terraferma. Fonte: interris – Titolo originale: si aggrava il bilancio, almeno 832 morti

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com