Stressato? Colpa dell’effetto cortisolo, scatenato dal caldo

stressato

Sei stressato in questi giorni? È colpa del caldo, ecco perché

  • di Zeina Ayache

Lo stress aumenta quando fa caldo, lo studio dimostra come cambia il cortisolo con l’aumento delle temperature.

Il caldo aumenta i livelli di stress, questo significa che l’estate, diversamente da quanto ritenuto, non è la stagione più rilassante dell’anno, mentre ad esserlo è l’inverno. La notizia arriva in occasione del meeting annuale dell’American Physiological Society durante il quale la ricercatrice Dominika Kanikowska, della Poznan University of Medical Sciences, ha presentato il suo studio intitolato “Daily and seasonal rhythms of interleukin 6 and cortisol levels in saliva and some lifestyle habits of medical students in Poland”. Ma come è possibile?

Ti potrebbe interessare anche Ecco quali rischi corri se continui a reprimere le emozioni

Stressato dall’Effetto cortisolo.

Protagonista della ricerca è il cortisolo, conosciuto anche come ormone dello stress poiché viene rilasciato nel sangue durante le situazioni stressanti e aiuta a regolare i livelli di zucchero nel corpo, così come quelli di sale e i fluidi. Questo ormone aiuta a ridurre anche le infiammazioni ed è fondamentale, in generale, per mantenersi in un buono stato di salute. I livelli di cortisolo, spiegano gli esperti, di solito sono alti la mattina e scendono piano piano durante il giorno: sono più bassi durante la sera per riuscire ad agevolare il sonno. Stanchezza, mancanza di sonno e alcuni farmaci possono influenzare la fluttuazione dei livelli di cortisolo durante il giorno.

Ti potrebbe interessare anche Ecco come imparare a riconoscere e gestire lo stress

Lo studio. Per capire che il caldo ci rende più stressati, i ricercatori hanno raccolto campioni di saliva da un gruppo di studentesse in due giorni diversi durante l’inverno e in altri due giorni diversi durante l’estate. Inoltre le partecipanti hanno compilato un questionario utile ai ricercatori per valutare il sonno, la dieta e il tipo di attività fisica svolta. Dai dati raccolti è emerso che, durante l’estate, le partecipanti risultavano avere elevati livelli di stress, più alti rispetto a quelli invernali. Questo, secondo i ricercatori, è in contraddizione con quanto ritenuto sino ad oggi, e cioè che l’estate fosse la stagione più rilassante. Il caldo dunque è una causa di stress. Quanto alle infiammazioni, gli esperti fanno sapere di non aver registrato variazioni significative tra le stagioni.

Fonte: fanpage.it

Denise Baldi

Chimica appassionata di rimedi naturali e tutto quello che riguarda la salute in generale. Interessata ai metodi educativi dolci che lasciano libertà al bambino. Amante della cucina.
Fare buona informazione è il suo scopo primario.
E-mail: baldidenise1982@gmail.com