Modifica genetica farà estinguere le zanzare: ecco cosa sta per succedere

    676
    sterminare le zanzare

    Sterminare le zanzare sterilizzandole è la soluzione per sconfiggere la malaria.

    Andrea Crisanti, scienziato italiano, ha scoperto come bloccare la riproduzione delle zanzare di fatto eliminando alla radice le responsabili della trasmissione di una malattia che ogni anno fa milioni di morti. Ma è una buona idea? Vediamo insieme.

    Le zanzare saranno un (brutto) ricordo: italiano scopre come sterminarle. Le conseguenze di Zeina Ayache

    Sterminare le zanzare rendendole sterili ed eliminando la malaria per sempre è possibile.

    Lo ha dimostrato Andrea Crisanti, ricercatore italiano all’Imperial College di Londra, che con il suo studio intitolato “Mosquitoes that can carry malaria eliminated in lab experiments” e pubblicato su Nature Biotechnology, dimostra come sia possibile ‘liberarci’ di questi insetti tanto odiati e responsabili di moltissime malattie che provocano ogni anno milioni di morti nel mondo. Ma vediamo insieme come potremo un giorno vivere senza zanzare.

    Zanzare sterilizzate. Per la prima volta un esperimento è riuscito a bloccare completamente la capacità riproduttiva di un organismo complesso utilizzando una tecnica di ingegneria genetica chiamata ‘gene drive’.

    In pratica gli esperti sono riusciti a selezionare un target specifico delle zanzare Anopheles gambiae che nell’Africa subsahariana sono responsabili della trasmissione della malaria, e che rappresentano una della 40 specie in grado di diffondere questa malattia.

    Lo studio. Per riuscirci, gli esperti hanno selezionato, modificandola, una regione del gene ‘doublesex’ che, negli insetti, decide se un l’individuo sarà maschio o femmina.

    Intervenendo sulle femmine, gli esperti hanno notato che le zanzare non riuscivano più a mordere e a rilasciare uova.

    Nel 100% dei casi, l’esperimento ha dimostrato che questo gene modificato veniva trasmesso di generazione in generazione, e all’ottava generazione le femmine erano scomparse e la popolazione scompariva del tutto per mancanza di nuove nascite.

    Sterminare le zanzare: dal laboratorio alla realtà.

    Per adesso gli esperimenti sono stati effettuati unicamente in laboratorio, quindi gli esperti non sanno se in natura gli effetti saranno gli stessi.

    Per scoprirlo dovremo aspettare tra i 5 e i 10 anni, spiega Crisanti, secondo il quale c’è ancora molto lavoro da fare prima di poter cantare vittoria:

    resta però la consapevolezza che attraverso il ‘gene drive’ un domani potremmo sconfiggere del tutto la malaria, così come altre malattie trasmesse dalla zanzare.

    Un mondo senza zanzare. Ogni animale esiste perché ha un ruolo nell’ecosistema in cui vive e nella catena alimentare, viene dunque da chiedersi se la scomparsa della zanzare possa avere ripercussioni sugli altri animali e l’ambiente.

    Le zanzare infatti, se per noi sono la causa di malattie, per molti animali rappresentano parte integrante della dieta, quindi senza di loro potrebbero avere grosse difficoltà a sopravvivere.

    I ricercatori stanno cercando di comprendere anche questo aspetto, per adesso non ci sono studi in merito. Fonte: scienze.fanpage.it