Sposa un giovane dello Sri Lanka, gli regala migliaia di euro poi la tragedia

sri lanka

Anziana sposa giovane dello Sri Lanka. Lui viene ucciso. Lei: “Aiutatemi a tornare a casa” – di D.F.

La donna scozzese aveva investito tutti i suoi risparmi per trasferirsi in Sri Lanka, ma il suo giovane marito è morto e ora lei non ha neppure il denaro necessario per il biglietto aereo.

Si chiama Diane De Zoysa, è una donna britannica di 59 anni e da tempo sostiene di essere letteralmente intrappolata in Sri Lanka dopo essere rimasta vedova di un 26enne del posto che aveva sposato nel 2012.

Un anno fa la donna aveva messo in vendita la sua casa a Edimburgo e consegnato al neosposo, Priyanjana, l’equivalente di 113.000 sterline, quando aveva deciso di trasferirsi definitivamente in Asia e vivere con lui ad Ahungalla, nel sudovest del paese.

Circa un mese fa però il giovane marito della donna è stato assassinato con tre colpi d’arma da fuoco mentre si trovava a casa di un amico. E ora lei sta tentando, finora senza esito, di tornare nella sua Scozia.

Diane aveva conosciuto Priyanjana, che lavorava come inserviente in un albergo, nel 2012 durante una vacanza in Sri Lanka. Sette mesi più tardi aveva deciso di sposarlo: non poteva sapere che suo marito sarebbe stato brutalmente assassinato.

De Zoysa, ex impiegata nel City Council di Edimburgo, è convinta che Priyanjana sia stato ucciso da alcuni uomini che volevano estorcergli denaro.

“Pensavano che fosse ricco – ha confidato al Daily Mail – visto che aveva una casa graziosa, un minibus e un tuk tuk (un taxi a tre ruote). Aveva già dato loro dei soldi, ma ne volevano di più”. L’indagine sull’omicidio avviata dalla Polizia locale è ancora in corso.

Diane aveva riposto nella vita con Priyanjana tutte le sue speranze, comprando una casa in Sri Lanka con i suoi ultimi risparmi. Ora che il marito non c’è più però sogna di poter tornare in Scozia, visto che stare lì senza di lui non ha più senso.

Purtroppo, complice la sua attuale situazione economica, è impossibilitata a farlo. Di qui il suo disperato appello alle istituzioni scozzesi e ai suoi concittadini affinché le dessero una mano: “Vi prego, aiutatemi!”. Fonte: fanpage.it

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com