Spaghetti con pomodorini datterini

    648
    • di Luz Matilde

    Questa salsa unica, dolce e vellutata, trasforma un normalissimo piatto di spaghetti al pomodoro in un piatto da re. Oltre ad essere un sugo molto economico è anche veloce da preparare perché i datterini perdono l’acqua molto in fretta.

    Questa ricetta vi permetterà di portare in tavola un piatto veloce e dal sapore tutto mediterraneo. E’ un primo piatto che si prepara in poco meno di mezz’ora, giusto il tempo di preparare i pomodorini per la cottura e cuocerli quel tanto che basta per farli disfare, così da ottenere un sugo dolcissimo e di un bel rosso brillante.

    I pomodorini datterini sono una varietà di pomodoro a grappolo e hanno un peso variabile tra i 20 e i 40 grammi; hanno una buccia spessa, una polpa soda e un giusto equilibrio tra acidi e zuccheri. Sono adattissimi per preparare dei sughi veloci, per essere messi tagliati a metà sulle focacce o semplicemente nelle insalate. Ottimi anche mangiati semplicemente così, con un pizzico di sale e un filo d’olio; vi posso assicurare che uno tira l’altro!!!

    Tempo di preparazione:15 minuti
    Difficoltà: facile

    Ingredienti per 2 persone:
    500 gr di pomodorini “datterino”
    350gr di spaghetti
    Olio extravergine di oliva Q.B.
    2 spicchi d’aglio
    1 pizzico di sale

    Preparazione:
    Lavare accuratamente i pomodorini e tagliarli in quattro (utilizzare un coltello con seghetto, è il più adatto e non si rischia di tagliarsi). Metterli in una ciotola con l’olio il sale, coprire ermeticamente con la pellicola e lasciare riposare per circa 10 minuti, questo permetterà ai profumi dell’aglio e del basilico di penetrare nei pomodorini ed il sale farà rilasciare loro un pò di liquido fondamentale per il sughetto che si creerà in cottura. Riempire una pentola d’acqua e metterla sul fuoco. Scaldare una padella con un filo d’olio e lo spicchio d’aglio usato per la marinatura e lasciare soffriggere per 2 minuti. Riversare i pomodorini nella
    padella e fare cuocere 10-12 minuti mescolando di tanto in tanto a fuoco medio alto. Quando l’acqua bolle buttare la pasta. A metà cottura (passaggio molto importante) togliere gli spaghetti dalla pentola con una forchetta senza eliminare assolutamente l’acqua di cottura e riversarla nella padella con i pomodorini.
    Aggiungere un mestolo di acqua della pasta e terminare la cottura aggiungendone un pò alla volta come si fa con il risotto.

    Il mio consiglio: aggiungendo acqua renderà la preparazione più gustosa e più cremosa perchè l’acqua di cottura contiene l‘amido rilasciato dalla pasta che essendo un addensante naturale renderà il succo dei pomodorini denso e gli spaghetti finendo la cottura in padella assorbiranno tutti i sapori in essa contenuti.

    Buen apetito!