Sfera Ebbasta indagato per istigazione all’uso di droghe

sfera ebbasta

Non sono finiti i guai per il giovane cantante trap Gionata Boschetti, classe 1992, conosciuto al grande pubblico con il nome di Sfera Ebbasta.

Lo abbiamo visto per mesi al centro del mirino mediatico in seguito al triste caso della discoteca “Lanterna azzurra” in provincia di Ancona, luogo in cui avrebbe dovuto tenere un concerto la sera in cui morirono 6 persone, di cui 5 minorenni e una giovane mamma che aveva accompagnato lì la figlia.

Adesso i giornali tornano a parlare di lui perché indagato dalla Procura di Pescara per istigazione all’uso di droga.

È proprio in seguito alla tragedia del 7 Dicembre scorso alla Lanterna Azzurra che due senatori del partito Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni, hanno presentato un esposto a ben 15 procure.

Sono tutte riferite alle tappe del suo tour musicale, appellandosi all’articolo 82 della legge 309/1990 sugli stupefacenti, che disciplina i casi in cui si faccia proselitismo all’uso di droghe.

Malan e Mallegni sostengono che i testi delle canzoni del noto trapper italiano non solo siano pieni di oscenità, ma facciano spesso riferimento all’uso di sostanze stupefacenti e al loro spaccio.

Come se ciò non bastasse, nei testi non si fa mai menzione dei problemi che queste pratiche illegali comportano, ma anzi vengono accomunate ad uno stile di vita come simbolo di successo.

La procura di Pescara ha dunque dato l’incarico di avviare le indagini alla polizia giudiziaria per gli accertamenti.

Mallegni sui testi di Sfera Ebbasta: «È un problema sociale»

Secondo il senatore di Forza Italia, Massimo Mallegni, quello che ha fatto insieme al collega è semplicemente l’aver dato eco ad una preoccupazione comune delle famiglie italiane.

«Questo diventa un problema sociale, di sicurezza e di diffusione delle droghe» ha affermato.

Anche sui social ci si indigna per i testi. La preoccupazione dei due senatori è anche quella di molti utenti che sui social network si sono lamentati per il contenuto diseducativo dei testi di Sfera Ebbasta.

Nelle sue canzoni infatti si parla dell’uso di droghe sintetiche come l’MD, di consumo di bevande alcoliche, e spesso ci si riferisce alle donne con appellativi come “tro*a”.

Laura

Moglie e mamma felice, amante della cucina e dei rimedi naturali. Da qualche anno appassionata di reality poiché, guardando oltre, mi piace analizzarne la componente socio-antropologica.
E-mail: laura.losai@gmail.com