Sfera Ebbasta: il cantante ha deciso di ricordare così le vittime di Corinaldo

sfera ebbasta

Sfera Ebbasta si tatua sulla fronte: 6 stelle per le vittime di Corinaldo di Alessandro Della Guglia

Roma, 10 dic – Sfera Ebbasta, il trapper che avrebbe dovuto esibirsi nella discoteca di Corinaldosi è tatuato sulla fronte sei stelle in memoria delle vittime. 

Il cantante 26enne ha deciso così di ricordare la tragedia avvenuta al club Lanterna Azzurra. Sulla pagina Twitter Sfera Ebbasta Fans e su altre pagine dedicate al trapper è stata pubblicata la foto in questione:

“Gionata si è tatuato 6 stelle. 6 come le vittime nella discoteca di Corinaldo dove quella sera si sarebbe dovuto esibire. Possiamo solo immaginare cosa stai passando.. troppe chiacchiere, poco rispetto verso di te. Forza King, noi siamo e saremo sempre con te”, si legge sulla pagina Twitter dei fan in cui il cantante è chiamato direttamente con il nome di battesimo.

Sfera Ebbasta dopo la tragedia di Corinaldo

E’ di fatto una delle prime reazioni di Gionata Boschetti dopo la tragedia di Corinaldo.

Un gesto che inevitabilmente farà nuovamente discutere, dopo la ridda di polemiche scatenatasi in questi giorni, tra chi lo reputerà poco consono e chi come i fan lo giudicherà un ottimo modo per rendere omaggio a chi ha perso la vita.

“Sono profondamente addolorato per quello che è successo, tutti gli impegni promozionali e gli instore dei prossimi giorni. È difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragedie. Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che tutti quanti vi fermaste a pensare a quanto può essere pericoloso e stupido usare lo spray al peperoncino in una discoteca”, aveva scritto Sfera Ebbasta sulla propria pagina Instagram dopo la tragedia.

Adesso questo tatuaggio per ricordare cinque adolescenti e una madre 39enne morti nella discoteca dove avrebbe dovuto esibirsi.

Fonte: IL PRIMATO NAZIONALE – Titolo originale: Sfera Ebbasta si tatua sulla fronte: 6 stelle per le vittime di Corinaldo