Usa, Senatore Peralta: “Vado a vaccinarmi”. Muore poco dopo, a 47 anni

0
Senatore Peralta

José Peralta, come si legge su Wikipedia, era un politico americano. Il senatore Peralta aveva compiuto 47 anni lo scorso 10 novembre ed era in perfetta salute.

Il 21 novembre è morto per shock settico: “lo shock settico, o shock setticemico, è una sindrome da shock dovuta ad una grave infezione con sepsi; la sindrome è sistemica, cioè coinvolge l’intero organismo, anche se l’agente infettante può essere presente solo in un particolare sito corporeo“.

Il suo ultimo tweet, pubblicato il 17 novembre, è stato questo: “Grato di collaborare con NYC Health + Hospitals Elmhurst per proteggere la comunità dall’influenza!

Quattro giorni prima, il 13 novembre, aveva twittato: “Segnati sul calendario questo fine settimana per i vaccini antinfluenzali gratuiti! Guarda il volantino per i dettagli“.

Il senatore Peralta se l’era segnato…

Sul New York Times c’è una dichiarazione rilasciata da Chris Sosa, il suo direttore delle comunicazioni, che ha parlato col senatore Peralta quando ha iniziato a stare male: “Pensava che stesse solo avendo sintomi legati alla vaccinazione antinfluenzale“.

Evidentemente Peralta stava bene, si era vaccinato contro l’influenza e aveva iniziato a stare male, tanto che aveva ricollegato il suo malessere proprio alla vaccinazione da poco effettuata.

Naturalmente la causa della morte, almeno al momento, non è stata ufficialmente ricollegata al vaccino ma, come abbiamo scritto, a uno shock settico.

Quindi, sempre ufficialmente, saremmo di fronte a due coincidenze: 1. un uomo sano di 47 anni inizia a sentirsi male proprio dopo la vaccinazione; 2. muore per un’infezione che coinvolge l’intero organismo, anche se l’agente infettante può essere presente solo in un particolare sito corporeo.

Nessun giornale e nessuna televisione si chiederà mai se quel particolare sito corporeo possa coincidere con il punto in cui è stato inoculato il vaccino. E le persone, adulti e bambini, continueranno a morire… di coincidenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here