Nuova scossa di terremoto in centro Italia. Paura tra la popolazione

259
scossa di terremoto

Scossa di terremoto in Molise, magnitudo 4.2 a Campobasso

  • di Antonio Palma

Secondo i primi rilievi dell’Ingv, il sisma ha avuto magnitudo 4.2 e con epicentro nella zona tra Campobasso e Termoli, nell’entroterra molisano.

Una forte scossa di terremoto ha colpito nella mattinata di mercoledì il Molise scatenando paura tra la popolazione. Il sisma è stato distintamente  avvertito anche nel resto del Centro-Sud e in particolare tra Abruzzo e Puglia. Secondo i primi rilievi, la scossa di terremoto  sarebbe superiore a magnitudo 4 e più precisamente 4.2 gradi della scala Richter.  L’epicentro è stato individuato dai sismografi dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia nella zona tra Campobasso e Termoli e più precisamente nel territorio del piccolo comune di Acquaviva Collecroce, in provincia di Campobasso. Diversi testimoni su Twitter parlano di persone che sono scappate fuori di casa terrorizzate in provincia di Campobasso, ma la scossa è segnalata da numerose persone lungo tutta la costa adriatica centro meridionale.

Sempre secondo l’Ingv, l’evento sismico è stato registrato dai sismografi alle ore 11:48:42 di mercoledì con ipocentro a una profondità di circa 31 chilometri e questo spiegherebbe anche la propagazione così vasta che ha avuto. Nei pressi dell’epicentro ben undici comuni, tutti piccoli centri dell’entroterra molisano. Altrettanti i comuni nel raggio di quindici chilometri tra cui alcuni centri oltre i 5mila abitanti come Montenero di Bisaccia e Larino. Nello stesso raggio anche alcuni comuni abruzzesi della provincia di Chieti dove il sisma è stato avvertito distintamente dalla popolazione. Al momento non vengono segnalati danni a persone o cose ma verifiche sono tuttavia in corso nella zona interessate per accertare eventuali danni. “Al momento nessuna richiesta di soccorso è giunta alle sale operative dei vigili del fuoco dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4.2 registrata alle 11:48 tra le province di Campobasso e Chieti” hanno precisato infatti dalla centrale dei vigli del fuoco, precisando però che “ricognizioni precauzionali sono in corso con squadre a terra ed elicottero”. “Ho appena parlato con alcuni sindaci della zona, hanno sentito la scossa ma non c’è nessun problema”, ha confermato anche il presidente uscente della Regione Molise, Paolo Frattura.

Fonte: Fanpage