Salvini sui vaccini obbligatori: inutili e pericolosi. Nuova epidemia in arrivo?

824
salvini sui vaccini

Salvini sui vaccini: «Ritengo che 10 vaccini obbligatori siano assolutamente inutili e in parecchi casi pericolosi se non dannosi».

Queste le parole del ministro Salvini. E adesso cosa farà Big Pharma? Non è che siamo vicini a un’altra funzionale epidemia mediatica?

Il ministro Matteo Salvini è intervenuto questa mattina, in diretta, a Radio Studio 54.

In poco più di 10 minuti, il conduttore Guido Gheri è riuscito a toccare tutti gli argomenti più caldi del momento.

Si parte con Speranza che vuole denunciare Salvini per il censimento dei campi rom. Il ministro risponde:

«Mi denuncino, non c’è problema. E poi mi spieghino perché nei campi rom non deve esistere la legge: ognuno possa fare quello che vuole, possa non mandare i bimbi a scuola, possa non pagar le tasse, possa non avere targa e assicurazione sulla macchina…

Io vorrei semplicemente il rispetto della legge da parte di tutti: rom, non rom, italiani, comunitari, extracomunitari. Voglio un governo che faccia rispettar la legge».

Poi si tratta l’argomento delle cartelle esattoriali. Matteo Salvini ne approfitta per spiegare:

«La Guardia di Finanza ha scovato negli ultimi mesi 12 mila evasori totali. Vuol dire persone sconosciute al Fisco che non hanno mai compilato mezza dichiarazione dei redditi e che non hanno mai pagato una lira di tasse. Ora, se uno fa il furbo in questa maniera, ovviamente il suo posto è la galera.

Io voglio invece aiutare i milioni di italiani che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, che hanno dichiarato quello che dovevano pagare ma non ce l’hanno fatta. Adesso hanno queste cartelle esattoriali da anni, che aumentano invece di diminuire, che li tengono in ostaggio.

Io penso che uno Stato amico e giusto, queste persone le convoca, gli chiede il 15, il 20% di quello che altrimenti non potrebbero mai pagare, e permette loro di tornare a lavorare, tornare a pagare le tasse, tornare a respirare, tornare a essere liberi. Su questo andremo fino in fondo».

Salvini sui vaccini

E il buonsenso di Salvini non si esaurisce qui. L’ultima domanda riguarda la legge sui vaccini obbligatori.

«Garantisco l’impegno preso in campagna elettorale di permettere che tutti i bimbi entrino in classe, che tutti i bimbi possano andare a scuola. La priorità è che questi bimbi non vengano esclusi ed espulsi dalle classi.

Poi continueremo perché ritengo che 10 vaccini obbligatori siano assolutamente inutili e in parecchi casi pericolosi se non dannosi».

Infine Salvini ringrazia Montanari e Gatti per il loro coraggio, i due scienziati che hanno analizzato e pubblicato le analisi di diversi vaccini, scoprendo il “marciume che c’è dentro“, per usare le parole del conduttore Gheri.

Il dottor Burioni ha già replicato alle dichiarazioni del ministro, scrivendo su Twitter:

«No, Ministro Salvini. Dieci vaccini non sono inutili e tantomeno dannosi, anzi proteggono anche lei, i suoi figli e i suoi elettori. Questa è una bugia pericolosissima; se la dice chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è cosa molto preoccupante».

Infatti tutti ci ricordiamo come si viveva nel terrore della temutissima varicella prima della legge Lorenzin…

Cosa possiamo aspettarci, adesso, dopo l’intervento di Salvini sui vaccini, dai media che l’anno scorso, prima dell’approvazione della legge, hanno raccontato di epidemie di morbillo, meningite, ecc.?

Non è che nel prossimo futuro tireranno fuori di nuovo qualche caso di morbillo e ci ritroveremo ancora invasi 24 ore su 24 da esperti che in televisione ci parlano di quanto l’umanità sia stata fortunata a non estinguersi prima della legge Lorenzin?