“Lei è qui per quella merendina rubata nel 2012” e arrestano un 22enne

ruba tre merendine

Ruba tre merendine da un distributore: denunciato e arrestato, deve scontare 2 mesi in carcere – di Davide Falcioni

Un ragazzo albanese residente in Provincia di Pesaro è stato arrestato per un furto di tre merendine commesso nel 2012, quando rubò i dolciumi da un distributore della scuola.

Finire in carcere per aver rubato delle merendine? E’ possibile e ne sa qualcosa Alban C., un ragazzo ancora minorenne che nel 2012 insieme a degli amici rubò tre merendine, per un valore di circa cinque euro, da un distributore automatico della scuola di Vallefoglia, in provincia di Pesaro, che frequentava.

Ebbene, a circa sette anni di distanza Alban è stato chiamato dai carabinieri per una notifica: il ragazzo, che oggi ha 22 anni, in un primo momento ha pensato che riguardasse qualcosa del suo permesso di soggiorno.

Ruba tre merendine nel 2012, condannato

Con grande sorpresa ha invece appreso che si trattava di qualcosa di ben più serio. I militari gli hanno spiegato infatti:

“Lei è qui per quella merendina rubata nel 2012: lei ha avuto un processo e una condanna passata in giudicato. La procura generale ha emesso il decreto di esecuzione della pena. Deve scontare 2 mesi e 20 giorni di reclusione in carcere e pagare 80 euro di multa. Venga, l’accompagniamo in carcere”.

Ti potrebbe interessare anche: Nigeriano arrestato a stomaco pieno: ecco cosa trasportava

Il giovane Alban è naturalmente rimasto a bocca spalancata e il suo avvocato Marco Vitali, intervistato dal Resto del Carlino, ha commentato:

“Sono avvilito perché è incredibile quello che è successo. Siamo di fronte ad un caso di malagiustizia che spedisce in carcere un ragazzo per una merendina del valore di 5 euro mentre gli altri amici di quella sera, per la stessa ragione, hanno avuto il perdono giudiziale”.

Continua: “Alban, dopo esser stato riconosciuto da un carabiniere che ha pensato di identificarlo in un giovane col cappuccio in testa che stava arraffando la merendina, è sparito dalla casa famiglia di Vallefoglia tornando in Albania”.

La vicenda giudiziaria che ha visto protagonista il giovane appare paradossale, eppure a emettere la sentenza definitiva è stata niente meno che la Corte di Cassazione.

Fonte: fanpage.it – Titolo originale: Ruba tre merendine da un distributore: denunciato e arrestato, deve scontare 2 mesi in carcere

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com