La rivoluzione delle criptovalute e del trading automatico

4606
trading automatico

In questo ultimo periodo si sente sempre più parlare della rivoluzione delle criptovalute e del trading automatico, e il mercato sta offrendo sempre più strumenti in merito, come ad esempio Bitcoin Revolution.

Ma cos’è esattamente il trading?

Cosa sono davvero le criptovalute?

Cosa vuol dire fare trading automatico?

In questo articolo tenteremo di fornire una risposta a ognuna di queste domande, con il buon proposito di offrire un chiarimento a coloro che sentono spesso parlare di questi argomenti in maniera spesso controversa; è facile infatti, nel mondo del web, che un tema venga trattato in maniere molto diverse, fornendo informazioni differenti… tutto ciò ovviamente porta a una forte confusione per l’internauta che magari cerca semplicemente di capire, anche in maniera generale, un argomento.

Il trading comporta il trasferimento di strumenti finanziari da una persona o entità a un’altra, in cambio di denaro. Le borse sono tipicamente il luogo in cui lo scambio di questi strumenti finanziari avviene.

Gli strumenti finanziari utilizzati nel trading possono essere di varia natura: azioni, opzioni, valute, futures, etc. Ad esempio, quando si parla di trading azionario, ci si riferisce alla compravendita di azioni societarie: un’azione, nella finanza, è un titolo rappresentativo di una quota della proprietà di una società per azioni. Il possessore è detto azionista (in lingua inglese shareholder) e l’insieme delle azioni della società è detto capitale azionario (distinto dal capitale sociale risultante dal bilancio aziendale).

In questo articolo, però, non ci dedicheremo a descrivere ognuno di questi strumenti: l’importante, a questo punto della nostra piccola trattazione, è capire che il trading è, in pratica, la compra-vendita di strumenti finanziari che posso essere di varia natura.

Una criptovaluta (o criptovaluta) è una risorsa digitale progettata per funzionare come mezzo di scambio (quindi possiamo anche definirla come una moneta elettronica) che utilizza una crittografia avanzata per proteggere le transazioni finanziarie, controllare la creazione di unità aggiuntive e verificare il trasferimento di attività. Le criptovalute usano un controllo decentralizzato rispetto alla valuta digitale centralizzata e ai sistemi bancari centrali.
Il controllo decentralizzato di ogni criptovaluta funziona attraverso la tecnologia di contabilità distribuita, in genere una blockchain, che funge da database di transazioni finanziarie pubbliche.

Bitcoin, ad esempio, rilasciato per la prima volta come software open source nel 2009, è generalmente considerato la prima criptovaluta decentralizzata. Dal rilascio di bitcoin, sono state create oltre 6.000 altcoin (varianti alternative di bitcoin o altre criptovalute). Una delle caratteristiche più conosciute delle criptovalute è la loro alta volatilità (ne abbiamo già parlato anche qui: https://informarexresistere.fr/bitcoin-crolla-ancora/).

Un sistema di trading automatico utilizza un programma per computer per creare ordini di acquisto e vendita e invia automaticamente gli ordini a un centro di mercato o uno scambio. Il programma per computer genererà automaticamente ordini basati su un insieme predefinito di regole usando una strategia di trading basata su analisi tecniche, calcoli statistici e matematici avanzati o input da altre fonti elettroniche. In pratica, un sistema di questo tipo effettua il trading sostituendo l’essere umano e riesce a utilizzare in maniera “pura” regole e strategie, perché non subisce l’influenza delle emozioni umane.

In questo articolo abbiamo fornito una possibile panoramica di questi temi: è ovvio che questa piccola trattazione non può essere esaustiva, ma speriamo almeno di avervi fornito un’idea di questi interessanti argomenti, considerando la rivoluzione delle criptovalute e del trading automatico che si sta diffondendo sempre più.