Rc professionali: obblighi e regole della polizza

0
Rc professionali

Chi la deve sottoscrivere e che cosa copre. Il caso del geometra. Per trovare la copertura adeguata utile farsi aiutare da esperti di settore

L’obbligo di sottoscrivere una polizza responsabilità civile coinvolge ormai da diversi anni tutti i professionisti iscritti ad un ordine o Albo.

A dettare la norma è il D.P.R. 137/2012 del 14 agosto 2012, che ha sancito la riforma delle professioni, alla quale ogni ordine professionale si è adeguato più o meno velocemente,  stilando linee guida specifiche alle quali gli iscritti hanno dovuto adeguarsi.

Punto comune per tutti i liberi professionisti quindi medici, ingegneri, commercialisti, avvocati, amministratori di condominio, architetti e non ultimi i geometri, è l’obbligo di sottoscrivere una assicurazione Rc professionale, che copre danni e offre garanzie, ma deve avere caratteristiche specifiche per sopperire alle necessità dell’ordine di appartenenza.

Rc professionale: chi la deve sottoscrivere

Come detta la legge hanno il dovere di sottoscrivere la polizza i professionisti iscritti ad Albi o ordini. La polizza deve risultare regolarmente sottoscritta nel momento in cui un professionista accetta un incarico da un cliente, al quale peraltro deve esibirla per informarlo circa le garanzie, i massimali e tutte le clausole poste in essere dalla polizza stessa.

L’obbligo coinvolge gli studi associati, le società fra professionisti e chiunque pone la firma su un progetto.

L’assicurazione professionale e il caso dei geometri

Il tipo di attività svolta da un geometra può riservare difficoltà soprattutto laddove il professionista è costretto ad assumersi responsabilità specifiche.

Inoltre proprio la tipologia di attività comporta rischi per l’incolumità del professionista costretto a muoversi fra cantieri e sopralluoghi, che possono essere luogo di incidenti ed infortuni.

Se un cliente si dichiara insoddisfatto del lavoro svolto dal geometra, oppure ha subito un danno in seguito all’intervento del professionista, può chiedere un risarcimento anche cospicuo.

Tutto dipende dal tipo di danno e dalla consistenza, quel che è certo è che mai come in quella circostanza una polizza Rc può risultare propizia per evitare al geometra o allo studio di sobbarcarsi l’obbligo del risarcimento.

Per conoscere un po’ più da vicino questa tipologia di polizza può essere utile scorrere le pagine di un sito specializzato.

Rc professionale quali danni copre in generale

Una Rc deve coprire tutte le responsabilità professionali che prevede la legge per un totale previsto dal massimale sottoscritto.

Parliamo di danni materiali o diretti, perdite patrimoniali, interruzione dell’attività così come del volume d’affari e valore dell’incarico.

E nel caso del geometra?

Laddove ci si ritrova di fronte ad una richiesta di risarcimento danno avanzata da terzi, la polizza Rc professionale contemplano tutta una serie attività garantite, nel dettaglio:

. la verifica e l’aggiornamento dei dati catastali;

. la consulenza ecologica ambientale

. la valutazione del rispetto delle distanze da tenere fra i fabbricati;

. le valutazioni immobiliari;

. le consulenze ecologiche ed ambientali;

. gli accertamenti della consistenza statico-funzionale;

. il supporto RUP ovvero Responsabile Unico del Procedimento;

. presentazione della Dia e super Dia  ovvero Denuncia Inizio Attività;

. la verifica di elaborati progettuali;

. ed infine gli incarichi di responsabile dei lavori, oppure di coordinatore per la progettazione e per l’esecuzione.

Polizza Rc professionale: come scegliere la migliore?

Sul mercato le compagnie assicuratrici hanno messo un mare di offerte e proposte riservate alle polizze Rc professionali.

E’ lecito quindi interrogarsi su quale sia la migliore proposta, optando per una compagnia italiana o straniera.

La scelta di una polizza deve tenere in considerazione alcuni aspetti specifici a partire dalla presenza di tutta una serie di garanzie. Un prezzo troppo economico di acquisto della polizza deve far riflettere perché potrebbero mancare garanzie importanti e le coperture potrebbero essere limitate. Per questo è importante scegliere utilizzando l’arma del confronto fra i vari preventivi, magari facendosi aiutare da un comparatore online.

Prima di sottoscrivere una qualsiasi polizza è determinante controllare se è stata inserita la clausola colpa grave, determinante per coprire danni che sono la causa di negligenza, imperizia, inosservanza di leggi e regolamenti dell’ordine di cui fa parte il professionista.

E’ importante inoltre compilare con estrema attenzione, e attenendosi alla verità, il questionario allegato al contratto di polizza.

Determinante considerare il valore della franchigia e del  massimale, la presenza di una copertura per spese legali e delle clausole di retroattività, così come la presenza della garanzia postuma.

Nel sottoscrivere una polizza è importante potersi garantire un prodotto personalizzato a dovere, in base alle esigenze del singolo professionista e della categoria.