Rage yoga: lo yoga estremo per scaricare la rabbia sfogandola così

294
rage yoga
Immagina da rageyoga.com

Per chi pratica yoga questa forma estrema suonerà un po’ stonata, infatti il Rage Yoga abbandona il classico percorso per uno fatto di alcol, parolacce e metal.

L’idea è venuta a Lindsay Istace che particolarmente stressata dall’ambiente lavorativo non si sentiva più soddisfatta nella pratica di yoga tradizionale.

Ha quindi inventato un nuovo e originale modo di praticare yoga decisamente distante da quello proposto normalmente.

Il Rage Yoga (yoga della rabbia) aiuta a raggiungere il rilassamento tirando fuori la rabbia che abbiamo dentro, ma allo stesso tempo sfogandola e controllandola con alcuni strumenti.

Come funziona il Rage Yoga

Gli strumenti utilizzati sono decisamente insoliti rispetto a una normale lezione di yoga: l’alcol, le parolacce, i gestacci, ma anche insulti.

La lezione inizia con lo yoga più classico, quindi i praticanti si rilassano sui cuscini e imparano le tecniche di respirazione.

Poi ad un certo punto la lezione viene stravolta e prosegue a suon di musica metal, dando sfogo a tutta la rabbia che uno ha dentro, urlando o attraverso insulti e parolacce. Tra le pause si beve birra.

Come fine ultimo c’è scaricare tutto lo stress che viene accumulato nella quotidianità e il mondo di oggi ci aiuta sicuramente molto ad appesantire questo fardello.

Viene praticato dal 2016 e ha un buon seguito negli Stati Uniti (dove queste mode sono solite nascere).

Non è l’unico distaccamento dallo yoga tradizionale, infatti ci sono molti tipi di yoga: quello della risata, quello che si pratica appesi (antigravity yoga) o quello del sonno, ma di tutti questo è sicuramente il più estremo.

Certo non è proprio una tecnica che può essere praticata in un centro olistico e infatti i seguaci di Lindsay solitamente si riuniscono all’interno di un pub (decisamente più appropriato).

Come infatti recita il sito: “Più che una pratica, Rage Yoga è un atteggiamento” e su questo direi che non ci sono dubbi.

Visitando il sito si nota che oltre a un seguito di seguaci Lindsay avrà sicuramente anche un buon tornaconto economico.

Pacchetti di corsi in vendita online, formazione di nuovi istruttori Rage Yoga… speriamo non sia proprio tutto f*ck.