Ragazzino eroe di 12 anni salva un bagnante con la tavola da surf

235
ragazzino

Tancredi, il ragazzino eroe che a 12 anni ha salvato un bagnante con la sua tavola da surf – di Antonio Palma

Ti potrebbe interessare anche Studenti allarmati vanno a casa della professoressa e le salvano la vita

Il ragazzino ha salvato un bagnate cinquantenne colpito da crampi che stava annaspando nelle acque al largo delle Spiagge Bianche di Vada, nota meta turistica in provincia di Livorno.

Quando si parla di salvataggi in mare si pensa sempre a persone adulte, giovani ma ben addestrati a recuperare persone magari nel panico che rischiano di tirare giù anche i soccorritori, per questo l’impresa di Tancredi, un ragazzino di soli 12 anni, ha ancora più dell’incredibile.

Come racconta il Tirreno, il ragazzino infatti è riuscito a salvare in mare un bagnate cinquantenne in difficoltà che stava annaspando nelle acque al largo delle Spiagge Bianche di Vada, nota meta turistica in provincia di Livorno, portandolo a riva sano e salvo senza grosse difficoltà.

Tancredi, amante del surf, era sulla sua tavola in cerca delle onde migliori  quando si è accorto dell’uomo in difficoltà.

“Mi sono accorto che dalla spiaggia i bagnini stavano fischiando e gridavano nella mia direzione.

Non ho capito il motivo, visto che io non ero in difficoltà e stavo andando sulla tavola come faccio sempre.

Poi mi sono girato e dietro, a una ventina di metri da me, ho visto un signore che agitava le braccia e gridava Aiuto” ha ricordato il 12enne.

Senza pensarci su due volte Tancredi si è diretto verso di lui per soccorrerlo. “Con la tavola ho nuotato verso di lui e mi ha detto che aveva dei crampi.

L’ho tirato su sulla tavola e mi sono messo a nuotare verso la riva, ma c’erano le onde che arrivavano da dietro e non era facile mantenere l’equilibrio”

ha aggiunto il ragazzino , assicurando: “Non ho avuto paura, ho pensato che dovevo fare di tutto per non far cadere quell’uomo in mare, mi sono sentito responsabile della sua salvezza.

I bagnini mi sono venuti incontro, mi hanno aiutato negli ultimi metri. Quando mi hanno visto da vicino hanno detto che ero stato grande.  Sono stato felice”. Fonte: fanpage.it