Il presidente dell’ISS finanziato dalle case farmaceutiche produttrici di vaccini

ISS

Codacons Vs ISS sui vaccini: riconosciuto l’interesse personale del direttore Ricciardi ed i suoi accordi con le big del farmaco (Byoblu)

Cari amici,

Torniamo rapidamente sul tema dei vaccini. Premetto che personalmente credo nei vaccini, sono vaccinato e dovessi recarmi in paesi con gravi malattie endemiche mi vaccinerei.

Ti potrebbe interessare anche Vaccini analizzati, 5 su 7 non conformi: ministra Grillo, vaccinerà lo stesso suo figlio?

Però la campagna omni comprensiva, forzata, quasi violenta, voluta dal precedente governo ha lasciato molti perplessi.

Nella discussione il Codacons accusò il direttore dell’istituto Superiore di Sanità ISS, Gualtiero Ricciardi di avere degli interessi personali sulla materia derivanti da sponsorizzazioni ricevute dalle big del Farmaco, come Sanofi Pasteur e Glaxo.

Ti potrebbe interessare anche Vaccini, l’allarme era noto da anni: DATI UFFICIALI terrificanti, neonati morti

Ricciardi legittimamente querelò il presidente del Codacons Carlo Renzi, ma questi è stato assolto perché “Il fatto non sussiste”.

Quindi si è accertata in sede giudiziale l’esistenza di queste sponsorizzazioni a favore del presidente dell’Iss.

Ti potrebbe interessare anche Vaccini: quando le reazioni avverse capitano alla figlia di un giornalista

Su questo tema vi presentiamo la seguente intervista a Carlo Rienzi del Codacons pubblicata su Byoblu sul tema, pesante, dei conflitti di interesse nello spinoso caso della salute. Tratto da Scenari economici

Il Codacons era già intervenuto sulla legge Lorenzin vi porponiamo una piccola parte dell’articolo di denuncia:

Nel dettaglio, nel 2014 sono state “8.182 le segnalazioni per vaccini ritenuti sospetti rilevate dall’Osservatorio sull’impiego dei medicinali (Osmed) e 1.857 quelle per il vaccino esavalente comunicate da Aifa, di cui 168 gravi.

Nel 2015 sono state 7.892 le segnalazioni da vaccini rilevate dall’Osmed e 992 quelle da esavalente comunicate da Aifa, di cui 144 gravi.

Mentre nel 2016 le segnalazioni da esavalente comunicate da Aifa ammontano a 702, di cui 142 gravi”.

Tra le patologie principali riscontrate a seguito della somministrazione del vaccino esavalente vi sono “patologie del sistema nervoso, disturbi psichiatrici, patologie della cute e del tessuto sottocutaneo, patologie gastrointestinali e vascolari, disturbi del metabolismo e della nutrizione”.

Il presidente nazionale Codacons, Carlo Rienzi, spiega: “Non si possono rendere obbligatori i vaccini laddove non c’è pericolo di epidemie né un calo percentuale delle vaccinazioni.

Maurizio Spezia

Appassionato di sport in generale, ospite fisso su Centro Suono Sport ogni lunedì sera.
E-mail: mauriziospezia81@gmail.com