Dipendente precaria rimane incinta: reazione esemplare dell’imprenditore veneto

precaria

Lavoratrice precaria dice al titolare di essere incinta: lui la assume a tempo indeterminato – di Davide Falcioni

Non dovrebbe essere una notizia, ma la decisione di un imprenditore veneto di assumere a tempo indeterminato una sua dipendete sta suscitando una vivace discussione.

Quando ha saputo di essere incinta la gioia è stata travolgente, ma a due mesi dalla scadenza del suo contratto a tempo determinato si è fatta largo la paura di rimanere disoccupata: invece una ragazza di 28 anni ha scoperto che il suo datore di lavoro era decisamente diverso da molti altri, visto che non appena ha saputo che era in dolce attesa l’ha assunta in pianta stabile.

Precaria e incinta, premiata dal titolare

Riccardo Pistollato, 36enne titolare di AgriCenter, società di articoli per il giardinaggio, l’orto e prodotti per l’agricoltura, non ci ha pensato su due volte e ha firmato un contratto a tempo indeterminato:

“Mi ha dato fiducia mettendosi in una situazione potenzialmente vulnerabile, ma se si dà onestà, si ottiene onestà. Spesso gli imprenditori vengono dipinti come approfittatori che pensano solo a fare soldi sulle spalle dei dipendenti. Non è così. Solo creando una squadra e responsabilizzando i propri collaboratori è possibile lavorare uniti per un obiettivo comune”, ha commentato la donna, che nel frattempo ha dato alla luce il figlio.

La storia di Pistollato è stata raccolta da Il Messaggero, che ha “sbirciato” in una conversazione nel gruppo Facebook “Sei di Mogliano Venetose”, dove l’imprenditore ha raccontato la vicenda che l’ha riguardato personalmente sotto un post: la lavoratrice

“avrebbe potuto stare zitta fino al rinnovo del contratto. Era all’inizio della gravidanza: nessuno se ne sarebbe mai accorto. Come datore di lavoro ho immensamente apprezzato l’onestà e l’ho assunta”.

Non solo: quando è rientrata dalla maternità ha anche aumentato il suo livello contrattuale, alzandole lo stipendio. Fonte: fanpage.it