Poliziotto trova donna in questo stato, scatta foto e le invia su Whatsapp

438
Poliziotto

Poliziotto invia foto di un cadavere agli amici su Whatsapp e finisce sotto inchiesta

Un poliziotto invia le foto di un cadavere di una donna uccisa a coltellate a un gruppo di amici su Whatsapp. Le immagini ben presto sono diventate virali.

Le immagini del cadavere di una donna disteso in una camera di hotel sono diventate virali dopo che un agente di polizia le ha condivise con un gruppo di contatti su Whatsapp.

Ti potrebbe interessare anche Muore in moto travolto da un camion: ragazzi fanno un selfie davanti al cadavere

L’omicidio è avvenuto in una camera dell’hotel Mimos, situato nella zona sud della città di Salta, nel nord ovest dell’Argentina. La vittima è una donna di 40 anni.

L’agente è entrato nella stanza e dopo aver constatato la morte di Jessica Norma Gonzalez, uccisa da un assassino a coltellate, ha scattato delle foto.

Le immagine del corpo straziato di quella donna sono finite a decine di persone nel giro di poche ore a causa del comportamento a dir poco inqualificabile del poliziotto. Sconvolti i famigliari della vittima che ne sono entrati in possesso.

Poliziotto finisce sotto inchiesta

Il personale impegnato al caso ha avvertito il sergente Gustavo Federico Sajama di non diffondere le immagini che aveva scattato al corpo della donna, elementare norma deontologica per un poliziotto.

Adesso il poliziotto è sotto inchiesta per il reato di inosservanza dei doveri di un pubblico ufficiale e per la diffusione delle immagini. Durante l’udienza un avvocato d’ufficio ha assistito l’agente di polizia.

Per il delitto è stato posto sotto accusa Raul Perez che al momento è stato sottoposto a detenzione preventiva.

Ti potrebbe interessare anche Selfie davanti ad una donna investita da un treno: succede a Piacenza

Pare che l’uomo e la vittima condividessero delle attività, ma i familiari della donna non erano a conoscenza di una eventuale relazione sentimentale.