Carabinieri presi a pugni da un gruppo di immigrati – VIDEO

864
carabinieri

Pisa, immigrati clandestini aggrediscono i Carabinieri – di Emma Moriconi

Vendevano merce contraffatta in centro, sequestrate 160 borse: due militari feriti, indagini in corso

Immigrati clandestini vendevano merce contraffatta in centro a Pisa, quando sono arrivati i Carabinieri e hanno sequestrato circa 160 borse scatenando l’ira del gruppo di commercianti abusivi, che hanno aggredito i militari ferendone due.

L’aggressione ai Carabinieri – tre pattuglie che facevano operazione di controllo del territorio – è stata filmata con un telefonino e il video sta facendo il giro del mondo.

Indigna che una Nazione debba subire l’onta di veder aggrediti e feriti i propri militari, impegnati in un servizio di tutela e di civiltà, in un servizio di contrasto all’abusivismo commerciale, da immigrati clandestini, commercianti abusivi, illegalmente presenti in Italia e che illegalmente commerciano in Italia.

Un senegalese ha preso a pugni due carabinieri, uno di questi ha riportato frattura al setto nasale – prognosi di 30 giorni – l’altro una distorsione al dito di una mano. Sono in corso le indagini dell’Arma per identificare l’autore dell’aggressione.

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato su Facebook: “Venditori aggrediscono i carabinieri e durante un controllo ne mandano all’ospedale uno, al quale invio tutta la mia solidarietà e auguri di buona guarigione. Serve tolleranza zero: espulsioni per i clandestini e restituzione alle nostre città di un clima di legalità, questo è il mio obiettivo”.

Non è la prima volta: lo scorso agosto, nella stessa zona, tre finanzieri – impegnati in un’operazione anticontraffazione – finirono in ospedale per essere stati aggrediti da abusivi.

L’evento di oggi a Pisa aveva le stesse caratteristiche, addirittura alcuni abusivi, in questo caso come nel precedente, hanno chiamato altri abusivi dislocati in zone limitrofe, affinché intervenissero per “tutelare” quella che probabilmente ritengono una loro prerogativa: continuare, indisturbati, a fare commercio abusivo in mezzo alla strada. Fonte: IL GIORNALE D’ITALIA

Ti potrebbe interessare anche: Milano, 50 immigrati lanciano bottiglie contro 2 poliziotti, ecco perché