Genitori picchiano neonato di 6 settimane. Al bimbo vengono amputate le gambe

amputate

Tony ha solo 6 settimane: genitori lo massacrano di botte. Al bimbo vengono amputate le gambe

  • di B.C.

Tony Smith ha sofferto di setticemia e sul suo corpo sono state trovate ben otto fratture solo su braccia e gambe. Tutto ciò quando aveva appena 41 giorni di vita. Ora suo padre 46 anni e sua madre, 24, sono stati condannati.

È stato maltrattato in modo così brutale dai suoi genitori quando aveva appena sei settimane che i medici sono stati costretti ad amputargli entrambe le gambe. Ora Tony Smith, 46 anni, e Jody Simpson, 24 anni, sono stati condannati a 10 anni di reclusione per quelli che sono stati descritti dalla Corte di Maidstone come “una serie di assalti dispettosi” sul loro bambino che ha anche rischiato la vita per sepsi.

I due genitori di Sydney Road, Whitstable, hanno negato di aver causato gravi danni fisici al figlioletto, ma sono stati entrambi riconosciuti all’unanimità colpevoli dalla giuria. Il 18 novembre 2014, secondo quanto ricostruito dal tribunale, Simpson avrebbero portato il figlio in un ambulatorio medico dall’appartamento precedente della coppia. Il piccolo Tony (ha lo stesso nome del padre) è stato immediatamente trasferito in un ospedale di Londra vista la gravità delle sue ferite.

Il bambino ha ricevuto cure intensive e, una volta esaminato da esperti medici, si è appurato che presentava fratture multiple e aveva sviluppato la setticemia. Smith e Simpson sono stati entrambi fermati per lesioni, gravi danni fisici su minore e negligenza. Nei loro confronti anche l’accusa di aver ritardato le cure mediche del piccolo. La corte ha appurato che il piccolino aveva “orribili fratture” su tutto il corpo: coscia e gambe, caviglia destra, pollice sinistro e due ossa di un alluce.

Gli esperti in seguito hanno concluso che sarebbe stato strattonato e malmenato “con forza considerevole” e fino a 10 giorni prima di essere finalmente portato dal suo medico. Il bimbo era talmente sofferente per questi infortuni da mostrare segni di angoscia anche quando era sedato in ospedale. Purtroppo, la setticemia era ad un livello di gravità tale che a Tony sono state amputate entrambe le gambe. “Quelle ferite hanno avuto e continuano ad avere un effetto tale da cambiare la vita di Tony per sempre”, ha detto il procuratore Heather Stangoe. Il bimbo è stato dimesso dall’ospedale solo il 9 febbraio 2015 ed affidato ai genitori adottivi, che da allora se ne stanno prendendo cura.

Fonte: fanpage.it

Denise Baldi

Chimica appassionata di rimedi naturali e tutto quello che riguarda la salute in generale. Interessata ai metodi educativi dolci che lasciano libertà al bambino. Amante della cucina.
Fare buona informazione è il suo scopo primario.
E-mail: baldidenise1982@gmail.com