Padre prende a calci la figlia di 18 mesi: “Aveva toccato il telecomando”

Padre prende a calci la figlia di 18 mesi: “Aveva toccato il telecomando”

  • di S.P.

La brutale aggressione catturata dal baby monitor che la mamma della piccola aveva installato nel soggiorno della loro casa in Australia. L’uomo, in carcere in attesa del processo, ha 28 anni e 4 figli.

Un uomo di ventotto anni, padre di quattro bambini, è in carcere in attesa di un processo in Australia. L’uomo è accusato di aver brutalmente picchiato la figlioletta di diciotto mesi. La piccola, nata prematura, sarebbe stata presa a calci dal padre mentre si trovavano nella loro casa nell’ovest di Sydney. L’aggressione risale a inizio febbraio. Il brutale attacco è stato catturato da un baby monitor che la mamma della piccola aveva messo in soggiorno.

Leggi anche Genitori picchiano neonato di 6 settimane. Al bimbo vengono amputate le gambe

La donna, a quanto pare, sospettava che il compagno la tradisse. Ma quando ha visto le immagini registrate dalle telecamere è rimasta sconvolta. L’uomo ha preso a calci la bambina e poi, dopo averla presa in braccio, l’ha gettata via urlando. I tre fratelli della piccola erano in casa al momento dell’aggressione. Secondo quanto riportato dai media locali, l’uomo si sarebbe infuriato perché la piccola avrebbe toccato il telecomando.

Lo zio della piccola: “È disgustoso” – Il video della brutale aggressione non è stato diffuso perché troppo straziante e anche per proteggere l’identità delle persone coinvolte. “Non so come ha fatto. Non so cosa gli passasse per la testa”, ha detto lo zio della bambina a una tv locale. “Non è umano, è tua figlia. Non potresti nemmeno farlo a un animale”, ha aggiunto l’uomo definendo “disgustoso” quanto accaduto. La bambina dopo l’attacco è stata ricoverata in ospedale e le sue condizioni sarebbero stabili. Il padre è stato arrestato e ora è in carcere in attesa del processo.

Fonte: fanpage.it