Oli essenziali: aromi e salute nelle ricette. Ecco come utilizzarli in cucina

oli essenziali

Oli essenziali, ecco come utilizzarli in cucina e nelle ricette

Gli oli essenziali sono più noti come rimedi naturali che come profumatori di ambiente, ma le loro sostanze ricche di proprietà possono essere a maggior ragione usate a tavola  per arricchire, insaporire, profumare e rendere sani i nostri cibi. Ecco come usarli in cucina.

Come scegliere gli oli essenziali da usare in cucina

Negli oli essenziali troviamo il concentrato della parte aromatica della pianta. Vengono sfruttati soprattutto per uso terapeutico ma anche in cucina possono trovare un loro spazio di impiego, soprattutto per il loro aroma.

Possiamo suddividere gli oli essenziali da utilizzare in cucina in 4 categorie:

1) ricavati da erbe aromatiche: come origano, timo e rosmarino.
2) ricavati da spezie: come cannella, zenzero, anice e ginepro.
3) ricavati da agrumi: come limone e arancio.
4) ricavati da fiori: come lavanda o rosa.

Per introdurre gli oli essenziali in cucina è importante sceglierli solamente naturali e puri, garantiti come adatti all’uso alimentare. Rivolgetevi quindi al vostro erborista di fiducia e scegliete in base ai vostri gusti.

Attenzione alle dosi

Si tratta di prodotti molto potenti per cui non dovete mai esagerare con le dosi, ma attenervi a ricette fidate e tenere a mente che possono bastare anche solo 1 o 2 gocce dell’olio essenziale prescelto per insaporire un piatto o una bevanda, dato che il loro sapore e il loro aroma risultano molto marcati e persistenti.

Gli oli essenziali sono naturali ma non sono innocui: ecco perché è strettamente necessario aggiungerli alle ricette con la massima attenzione e con parsimonia.

Come usare gli oli essenziali in cucina

Per poter dosare al meglio gli oli essenziali in cucina occorre usare un contagocce. Le gocce con cui arricchire le ricette non vanno aggiunte e poi mescolate al piatto come se si trattasse di un normale condimento. Ad esempio, se state preparando un piatto da condire con olio extravergine d’oliva, potreste pensare di aromatizzare il vostro olio proprio con gli oli essenziali prima di utilizzarlo.

Nello stesso modo, aggiungendo poche gocce potrete aromatizzare anche il sale da aggiungere alle vostre ricette (pensiamo al sale grosso aromatizzato al rosmarino, ad esempio) oppure lo zucchero.

Ricordate che gli oli essenziali non sono idrosolubili, ma liposolubili, cioè non si sciolgono in acqua ma si amalgamano con le sostanze grasse.

Cosa aromatizzare con gli oli essenziali

Tra gli ingredienti di cucina che potrete aromatizzare con gli oli essenziali prima di aggiungerli alle vostre ricette troviamo il miele, lo sciroppo d’acero, lo sciroppo di agave ed altri dolcificanti liquidi, lo yogurt, la panna, il burro vaccino e le creme vegetali a base di mandorle, nocciole o altra frutta secca.

Aromatizzare l’olio extravergine con oli essenziali di agrumi o di spezie vi potrebbe essere utile per condire in modo un po’ diverso dal solito le vostre insalate di verdure, ma anche le insalate di cereali, come l’insalata di riso o l’insalata di farro.

Scegliendo gli aromi più adatti in base ai propri gusti, si aromatizzano anche gelati, budini, crema pasticciera e altri dolci. Con gli oli essenziali si possono aromatizzare anche la maionese, le creme al cioccolato e la vinaigrette.

Dosi per aromatizzare

1) Se volete aromatizzare un determinato piatto con un olio essenziale specifico, ricordate di non superare la dose di 1 goccia a porzione.

2) Per aromatizzare un normale barattolo di miele o di altro dolcificante naturale, come il malto di riso o lo sciroppo di agave, ricordate che basta 1 sola goccia di olio essenziale. Aromatizzare con gli oli essenziali i dolcificanti naturali vi permetterà di utilizzarli nelle bevande per insaporirle a loro volta.

3) Se volete aromatizzare lo zucchero semolato, non superate la dose di 1 goccia di olio essenziale per 50 grammi di zucchero.

4) Per aromatizzare l’olio extravergine d’oliva, o altri oli che volete utilizzare in cucina, aggiungete un massimo di 4 gocce per 1 litro d’olio.

5) Basta 1 sola goccia per aromatizzare una maionese fatta in casa o una crema pasticciera preparata da voi.

Fonte: SoluzioniBio