Neonato nella “ Ruota degli esposti ” del convento a Monopoli, la scoperta dei frati

273
ruota

Neonato nella “ Ruota degli esposti ” del convento a Monopoli, la scoperta dei frati

  • di Antonio Palma

Il piccolo, soccorso dai frati e poi trasportato in ospedale, sta bene. La “Culla della vita” era sta installata dopo il tragico ritrovamento di Chiaraluna, la neonata abbandonata dalla mamma subito dopo il parto e trovata morta in riva al mare.

Quando l’avevano pensata e voluta nel dicembre scorso, avevano pensato che potesse servire ad evitare tragedie come quella della piccola Chiaraluna, la neonata abbandonata dalla mamma subito dopo il parto e trovata morta in riva al mare su una spiaggia di Monopoli, in provincia di Bari.

Ora, per la prima volta, i frati nell’antico convento di San Francesco da Paola a Monopoli  hanno avuto conferma che il loro gesto è servito a salvare una vita umana. Qualcuno infatti nelle scorse ha deciso di lasciare un neonato nella cosiddetta ” ruota della vita “, quella che un tempo era detta “ Ruota degli esposti ”, voluta fortemente dai frati e dalla comunità e riattivata nell’antico monastero con tanto di benedizione del vescovo.

A fare la scoperta, intorno alle 12.30 di lunedì, sono stati proprio i frati del convento dopo che qualcuno ha spinto il bottone rosso che attiva la segnalazione all’interno del Convento prima di scomparire. Uno dei confratelli infatti ha attivatola videocamera e ha scoperto che nella “Culla della vita”, installata su una parete della chiesa, vi era un piccolo bambino. I frati quindi, come da procedura, hanno chiesto l’intervento dei volontari  della Misericordia che hanno trasportato il neonato all’ospedale  di Monopoli dove ora è ricoverato, affidato alle cure del personale del reparto di pediatria.

Secondo un primo esame medico, il piccolo, dai tratti somatici orientali, sarebbe venuto al mondo tre o quattro giorni prima dell’abbandono. Il neonato, che è in buone condizioni, sarebbe stato partorito in qualche struttura sanitaria, avendo il cordone ombelicale ben reciso, e anche allattato prima di essere lasciato. Del caso è stato informato il Tribunale dei minorenni di Bari e anche la polizia che ora sta indagando con l’ipotesi di abbandono di minore.

Fonte: fanpage.it