In Africa bruciano i Franchi CFA, in Italia gli Euro: rivolta contro la moneta debito

783
moneta debito

Aumenta la consapevolezza dei popoli di tutto il mondo sul più grande strumento di controllo mai creato: la moneta debito.

Kemi Seba, attivista africano nato in Francia, ha bruciato banconote (Franchi CFA) durante una manifestazione in Senegal.

Il Franco CFA è la moneta debito con la quale la Banca di Francia schiavizza 14 Paesi africani. Quello che segue è il discorso che Kemi Seba ha pronunciato mentre bruciava la banconota.

«Nel ventunesimo secolo ogni popolo ha il diritto di possedere la propria moneta; nel ventunesimo secolo ogni popolo ha il diritto di scegliere liberamente il suo destino politico.

Ma nessun destino politico può essere tracciato senza la sovranità economica. Non siamo noi a decidere la nostra economia, ci sono forze straniere che controllano la nostra moneta.

Ci sono forze straniere come la Banca di Francia che decide al posto nostro cos’è giusto e cos’è sbagliato.

Questo significa che la nostra è una moneta di oppressione, che la nostra è una moneta serva, che la nostra è una moneta schiava, che la nostra è una moneta di sottomissione.

E bruciando questa moneta, dal momento che non siamo ricchi, vogliamo simboleggiare che è meglio vivere liberi nell’incertezza, che schiavi nel regresso e nell’opulenza».

Il gesto di Kemi Seba ha un valore simbolico molto forte: dimostra che anche i popoli africani stanno prendendo consapevolezza della truffa monetaria con la quale i grandi banchieri internazionali controllano intere nazioni.

Anche l’Euro è una moneta debito

La truffa della moneta debito non è un problema che riguarda solo gli stati del continente nero: anche tutti i popoli che hanno adottato l’Euro sono debitori, verso la BCE, di tutta la moneta che viene emessa (più gli interessi).

Il gesto di Kemi Seba ricorda infatti l’identico gesto di Daniele Di Luciano, un ragazzo italiano che, per denunciare lo stesso sistema debito, bruciò una banconota da 5 Euro una decina di anni fa.

I popoli di tutto il mondo vengono schiavizzati da un sistema che li rende debitori di tutta la moneta che invece dovrebbe essere emessa a credito. Ma sembra che la consapevolezza delle persone stia aumentando, in ogni punto del pianeta.

È ovvio che in futuro la proprietà della moneta diventerà dei cittadini. Ma quanto tempo dovrà passare affinché quel futuro diventi presente, dipende da noi.

Vi lascio con il video di Kemi Seba e poi con quello di Daniele Di Luciano (il suo canale venne chiuso da Youtube ma la pagina Facebook del Movimento Hyronista ha recentemente ricaricato il filmato):