‘Carico il fucile per ammazzarla’: ecco le assurde minacce alla Donazzan

320
donazzan

Elena Donazzan è assessore regionale del Veneto con i referati Istruzione, Formazione, Lavoro e pari opportunità.

Qualche ora fa ha scritto un post di denuncia sulla sua pagina Facebook: è stata minacciata di morte dopo aver pubblicato una foto sul suo profilo Instagram (@elenadonazzan).

Centinaia i commenti sul suo profilo, decine di insulti e infine una terribile minaccia che hanno portato l’assessore Donazzan a denunciare l’accaduto sui social.

Il post di Elena Donazzan:

“IO INTANTO CARICO IL FUCILE PER AMMAZZARLA”. Cari amici, questa è solo una piccolissima selezione delle “perle di saggezza” che ho trovato stamattina, al mio risveglio, sul mio profilo Instagram (@elenadonazzan).

La colpa? Aver detto (come sempre) ciò che penso, sostenendo la campagna di ProVita Onlus e Generazione Famiglia contro l’utero in affitto. Più di 100 commenti, tra offese e (come potete notare)… minacce!

Mi spiace, ma le isterie di questi individui non cambiano minimamente il mio modo di pensare.

A chi mi ha #offeso: se non gradite il mio pensiero siete liberi di seguire qualcun altro. Io non tollero i vostri turpiloqui e continuerò a cancellarli.

A chi mi ha #minacciato: ditemi dove preferite incontrarmi. I codardi siete voi, non di certo io! #stoputeroinaffitto

Elenchiamo alcuni dei commenti che potete trovare sotto la foto che ritrae il manifesto di Generazione Famiglia e ProVita Onlus:

rupaxz questo non si chiama femminismo tesoro, questo si chiama omofobia, quindi inutile far finta di voler sostenere le ‘donne’ quando la verità è evidente.

spaccioisalvatore Ho pena per il mio cervello e i miei occhi che hanno visto e elaborato questo discorso… Che cosa ho appena letto

_.im.cry.baby.bitch._ @elenadonazzan oh lo faccio tesoro, se vuoi ti spiego anche perché penso che facciate schifo.

_this.is_maya_ che cagata assurda… a chi gli è venuta in mente sta merda? ah giusto, alle persone che non hanno capito niente di amore.

xjorogumox Incredibile quanta gente ritardata come te sia ancora in circolazione.

Arriviamo infine al commento incriminato, lo mostriamo in foto qui sotto, il livello diventa sempre più basso e violento.

donazzan