Michele Bravi sarà processato per omicidio stradale: rischia 4 anni di carcere

michele bravi

La Procura di Milano ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini: Michele Bravi andrà a processo per omicidio stradale.

Il vincitore della settima edizione di X Factor del 2013 rischia da 2 fino a 4 anni per l’incidente in cui perse la vita una donna di 58 anni.

I fatti risalgono al 22 novembre 2018 quando il cantante si trovava in zona San Siro, Milano. Una manovra involontaria provocò lo scontro tra la sua auto, noleggiata con un servizio di car sharing e la moto della vittima.

Bravi prestò subito soccorso, ma per la signora non c’era nulla da fare: trasportata in ospedale d’urgenza morirà di lì a poco.

Michele Bravi: la dinamica dell’incidente

Secondo le ricostruzioni della polizia locale, contestata dal legale di Bravi, il cantante avrebbe fatto un’inversione improvvisa del senso di marcia provocando lo scontro.

Secondo la difesa, l’ex vincitore di X Factor avrebbe svoltato a sinistra per accedere a un passo carraio posto sull’altro lato della strada. L’incidente sarebbe avvenuto a manovra già iniziata.

“Sono giorni di profondo dolore, questo avvenimento ha sconvolto le vite di tutti coloro che erano legati alla persona che non c’è più e a me”.

Queste furono le sue prime dichiarazioni dopo il tragico evento, poi la scelta di annullare tutti gli eventi in programma.

Michele Bravi è un giovane cantante italiano di grande successo, vincitore della settima edizione di X Factor 2013, si è posizionato al quarto posto al Festival di Sanremo 2017 con il brano “Il diario degli orrori”.

Tantissimi i fan che lo seguono su Twitter ed Instagram. Proprio attraverso i social il cantante era riapparso dopo quattro mesi di silenzio.

“Ciao. Sto cercando di costruire piano piano la realtà. Vi voglio bene“. In questo messaggio per i suoi fan si scorge l’animo gentile e fragile di Michele, un ragazzo molto amato e stimato non solo dai fan ma anche da molti colleghi.

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com