Mal d’autunno: ecco cosa ci succede quando diminuiscono le ore di luce

114
Mal d’autunno

Mal d’autunno: cos’è e i consigli per far tornare il buon umore – di Valeria Paglionico

Si chiama mal d’autunno ed è un fenomeno non ancora riconosciuto a livello scientifico che compare con la fine dell’estate.

Le persone che ne soffrono vengono travolte da una sensazione di ansia, nervosismo, sonnolenza, affaticamento e stress emotivo: ecco come combattere il back-to-school blues.

L’autunno è arrivato e, anche se sembra ieri che si passavano intere giornate in spiaggia tra divertimento e tintarella, l’estate è ormai solo un lontano ricordo.

Cos’è il mal d’autunno?

Tra ritorno a lavoro, mille impegni familiari e attività sportive, praticamente tutti sono tornati alla normale routine quotidiana ma la cosa particolare è che sono molti quelli che si sentono malinconici, spossati e giù di tono.

Non si tratta di un caso, il più delle volte è una conseguenza del cosiddetto mal d’autunno, in americano back-to-school blues, che è capace di aumentare i livelli d’ansia, stanchezza e irritabilità.

Il mal d’autunno è un fenomeno non ancora riconosciuto a livello scientifico ma, stando ai dati Istat, colpirebbe 4 italiani su 5 alla fine dell’estate.

In cosa consiste? Nell’essere travolti da una sensazione di ansia, attesa, nervosismo, sonnolenza, affaticamento e stress emotivo, tutti sintomi causati da calo delle temperature, diminuzione delle ore di luce e ritorno alle sfide quotidiane da affrontare.

Il motivo per cui avviene una cosa simile sarebbe molto semplice: quando c’è più luce la ghiandola pineale produce più serotonina, ovvero l’ormone della felicità, che regola anche appetito e piacere, mentre con l’arrivo del buio produce più melatonina, ovvero l’ormone che rilassa e accentua il bisogno di riposo, abbassando il tono dell’umore.

A soffrire maggiormente del back-to-school blues sono le donne, che si rivelano biologicamente più sensibili ai cambiamenti stagionali a causa delle loro oscillazioni ormonali. Per fortuna, però, esistono dei rimedi utilissimi per combattere il mal d’autunno: ecco quali sono.

I consigli per combattere il mal d’autunno

1. Stare il più possibile all’aria aperta – Con l’arrivo delle brutte giornate, delle piogge e del freddo, cresce la voglia di rintanarsi in casa sotto le coperte.

La verità è che si tratta di un’abitudine assolutamente sbagliata che non fa altro che stimolare la tristezza.

Per combattere il mal d’autunno è necessario stare molto tempo all’aria aperta, meglio se a contatto con la natura, così da sentirsi subito meglio e di buon umore.

2. Esporsi alla luce – Per combattere il male d’autunno è necessario esporsi il più possibile alla luce, in maniera tale da “ingannare” la ghiandola pineale, inducendola a produrre più serotonina.

Se durante la mattina il sole non c’è, è possibile ricorrere alle lampade per la light therapy: sono facilmente recuperabili sul web e possono essere utilizzate anche solo per 30 minuti al giorno per avere incredibili effetti.

3. Combattere le allergie – L’autunno è un periodo difficile per chi soffre di allergie, soprattutto perché i sintomi di queste ultime potrebbero aumentare lo stato d’ansia e di depressione provocato dalla back-to-school blues.

L’ideale, dunque, è rivolgersi al medico per capire quale antistaminico prendere per sentirsi al top nonostante l’arrivo dell’autunno.

4. Mangiare bene – La produzione della serotonina, l’ormone del buon umore, può essere stimolato anche attraverso l’alimentazione.

In che modo? Mangiando carboidrati, visto che la luce aiuta a trasformarli proprio in serotonina.

Durante la sera, invece, è necessario puntare sulle proteine poiché contengono il triptofano, un aminoacido che di notte favorisce la produzione di melatonina.

5. Dormire di più – Il trucco più efficace per combattere la back-to-school blues? Dormire bene durante la notte, assicurandosi di non perdere delle ore di sonno.

Riposare ogni volta che se ne sente la necessità è infatti l’ideale per contrastare il cortisolo, l’ormone dello stress che fa sentire stanchi e spossati. Fonte Fanpage