Italia paese degli obblighi, arriva lo scontrino on line: quanti commercianti chiuderanno?

1753
scontrino on line

Non bastava la fattura elettronica, ora arrivano anche lo scontrino e la ricevuta on line. Da Luglio i commercianti con volume d’affari superiore a 400.000 euro saranno obbligati a emettere questo tipo di scontrini; dal 2020 si estenderà a tutti.

I commercianti dovranno inviare on line all’Agenzia delle Entrate tutti gli scontrini emessi, mentre ai clienti rimarrà un documento commerciale.

L’obbligo potrà subire variazioni a seconda di decreti ministeriali, di tipologia di attività esercitata e del livello della connettività web.

Ti potrebbe interessare anche Chiude dopo 50 anni di attività: la prima vittima della fattura elettronica

Scontrino on line: altre complicazioni per chi lavora

Lo scontrino on line dovrà essere emesso per tutte quelle operazioni individuate nell’articolo 22 del Dpr 633/1972 (decreto sull’Iva).

L’articolo riguarda il cosiddetto commercio al minuto e le attività simili dove si rilascia uno scontrino o una ricevuta fiscale.

Alcuni esempi delle attività interessate: cessione di beni in locali aperti al pubblico, somministrazione di alimenti e bevande, venditori ambulanti, ecc.. Un decreto del Ministero dell’Economia comunicherà a breve le attività che non saranno interessate all’obbligo.

Se non verrà emesso lo scontrino on line sarà rilasciato un documento che avrà validità a fini commerciali e certificherà l’acquisto e la garanzia del bene.

Se il cliente indicherà al momento del rilascio dello scontrino on line il proprio codice fiscale o partita iva, tale documento avrà validità anche a fini fiscali.

La validità fiscale permetterà di esercitare la deduzione delle spese sostenute per gli acquisti di beni e di servizi agli effetti dell’applicazione delle imposte sui redditi.

I commercianti potranno adempiere all’obbligo con dei registratori telematici (rt), server telematici (st) oppure attraverso una procedura web gratuita sul portale dell’Agenzia delle entrate (Fatture e corrispettivi).

Anche i registratori di cassa dovranno essere aggiornati e le regole operative sono quelle dettate dal provvedimento del 28 Ottobre 2016. Per emettere lo scontrino on line il registratore dovrà essere aggiornato (se possibile) o sostituito.

La modifica ai registratori di cassa per tutti gli operatori sarà incentivata da un’agevolazione finanziaria pari al 50%, che avrà comunque un limite di 250 euro in caso di acquisto e di 50 euro in caso di riadattamento.