Infezioni nei bagni pubblici: ecco cosa dovete fare per evitarle

4594
infezioni

Paura di contrarre infezioni nei bagni pubblici? Ecco i trucchi per evitarleUtilizzate spesso i bagni pubblici e avete paura di andare incontro a infezioni?

 Ecco tutto quello che bisogna fare per ridurre al minimo il contatto con i batteri ed evitare ogni tipo di problema di salute.

di Valeria Paglionico – Passare intere giornate fuori casa significa anche ritrovarsi a usare spesso i bagni pubblici, mettendo a rischio la propria salute intima, visto che il più delle volte sono contaminati da germi e batteri.

C’è chi ricopre la tavoletta della toilette per potersi sedere, chi rimane accovacciato, chi non fa nulla senza prima aver passato una salvietta antibatterica su tutte le superfici che si sfiorano:

insomma, ognuno ha le sue piccole abitudini quando usa un water che non è quello di casa propria.

In pochi però sanno che è possibile ricorrere a una serie di espedienti per proteggersi e per evitare di andare incontro a infezioni fastidiose: ecco quali sono.

Ti potrebbe interessare anche Bagni pubblici, ecco l’errore più pericoloso che tutti commettono

Come proteggersi dai batteri e dalle infezioni nei bagni pubblici

1. Non accovacciarsi – Solitamente le infezioni si contraggono quando avviene un contatto poiché i batteri vengono trasferiti da una parte all’altra del corpo.

E’ dunque improbabile andare incontro a un fastidio simile semplicemente perché si è in prossimità di una zona contaminata come la tavoletta della toilette.

La cosa che in pochi sanno, però, è che sarebbe meglio non accovacciarsi quando si usano i bagni pubblici, il motivo?

La vescica non si svuota completamente e la cosa faciliterà la comparsa di infezioni all’apparato urinario.

2. Non toccare con le mani la maniglia della porta – Nella maggior parte dei casi i bagni pubblici vengono puliti con una certa regolarità, anche se è meglio non sedersi quando li si usano così da evitare il rischio infezioni.

In alcuni casi, però, anche quando si fa un’attenzione estrema, si dimentica che la maniglia della porta potrebbe essere contaminata, visto che viene toccata subito dopo aver usato la toilette.

Sarebbe meglio, dunque, aprirla con il gomito oppure servirsi di un fazzoletto prima di toccarla.

3. Lavarsi le mani appena usciti – Uno dei segreti più efficaci per proteggersi dai batteri che contaminano i servizi igienici pubblici è lavarsi le mani accuratamente dopo averli utilizzati.

In questo modo non solo si rimuovono batteri e sporcizia ma si impedisce ai microbi di diffondersi in altre parti del corpo.

L’ideale è lavarle con acqua e sapone per 20-30 secondi, non dimenticando le unghie ed evitando di asciugarle, visto che anche i distributori di carta sono contaminati. Fonte: donna.fanpage.it