Il telefono fisso potrebbe avere le chiamate contate: l’Italia seguirà l’esempio della Francia?

0

Con il passare del tempo, molte delle nostre abitudini quotidiane sono naturalmente destinate a cambiare, e ciò avviene soprattutto in anni come questi, che vedono la tecnologia correre veloce ed evolversi rapidamente.

Non a caso, sempre più spesso si sente parlare di “obsolescenza tecnologica”, vale a dire quel fenomeno che tocca alcune delle invenzioni che hanno fatto la storia e che adesso rischiano di andare in soffitta.

In questa lista troviamo anche il telefono fisso, che potrebbe oramai avere le “chiamate” contate.

L’era della telefonia domestica sembra infatti avviarsi verso la sua conclusione, e c’è da chiedersi se anche l’Italia seguirà l’esempio dato dalla Francia.

Quante famiglie usano ancora il telefono fisso?

Il telefono fisso è ancora uno strumento necessario? È una domanda che sorge spontanea, e che può trovare una risposta solo nei dati ufficiali.

Stando a questi ultimi, infatti, la percentuale delle famiglie che ancora oggi utilizza un apparecchio telefonico fisso è scesa al 59%.

In pratica, in quattro abitazioni su dieci nella Penisola non è più utilizzato questo tipo di telefono.

In base a queste percentuali, dunque, anche se più della metà della popolazione continua ad usarli, i telefoni “vecchio stile” stanno via via scomparendo.

Il dato appare ancor più clamoroso se si studiano gli ultimi 8 anni: dal 2011 ad oggi, infatti, la percentuale di case con un telefono fisso installato è scesa del 10%.

E la “colpa” va alla tecnologia che si evolve, rendendo possibili nuovi sistemi di comunicazioni come le chiamate VoIP da smartphone, gratuite e che si appoggiano alla rete Internet.

Nuovi modi di comunicare e l’esempio francese

Ad oggi i modi per comunicare sono nettamente diversi rispetto al recente passato: per fare un esempio concreto, i device mobile come lo smartphone vengono utilizzati sempre più spesso in Italia (e nel resto del mondo, ovviamente).

Di conseguenza cambia anche il modo (e il canale) per comunicare con le persone: basti pensare alle app di messaggistica istantanea come WhatsApp, che hanno drasticamente ridotto il numero di chiamate.

Inoltre, anche i vari gestori presenti sul mercato, come Linkem per esempio, oggi propongono offerte per avere Internet a casa senza telefono fisso, segno che comunque c’è la volontà da parte degli utenti di poterne fare a meno.

E in questo senso calza a pennello il caso della Francia, dove dal 15 novembre 2018 non è più possibile abbonarsi al servizio telefonico a muro.

E l’Italia? Forse anche noi seguiremo l’esempio dei francesi, che tutto sommato ad oggi condividono quasi i medesimi dati in quanto ad uso residuo delle linee fisse.

Telecom sta infatti riflettendo sulla possibilità di pensionare anche nel nostro paese queste ultime, che per il momento comunque restano al loro posto. In attesa di ulteriori sviluppi…