Il Corriere.it parla di scie chimiche?

Strano ma vero, il giorno 23 Settembre su Corriereinnovazione.corriere.it (il sito del Corriere della Sera) viene pubblicato un articolo dal titolo: Alberi artificiali, navi fabbrica nuvole, coperte termiche: l’hi tech prova a salvare il pianeta.

Nell’articolo oltre le varie proposte tecnologiche notiamo una frase nella didascalia di una foto (vedi immagine di copertina) che ci fa riflettere:

per ridurre il riscaldamento solare, aerei creano un velo di solfati nella stratosfera

Nel terzo paragrafo leggiamo inoltre “la geoingegneria solare ha quindi l’obbiettivo di raffreddare deliberatamente la terra schermando e riflettendo quantità di luce solare in entrata dallo spazio. E’ l’unico metodo oggi conosciuto per ridurre le temperature a breve termine, nel giro di anni o decenni, e quindi ha il potenziale per ridurre molti dei peggiori impatti del riscaldamento globale , in pratica causando un raffreddamento dell’atmosfera terrestre in grado di pareggiare l’effetto dei gas serra”

Questa frase viene accompagnata a questa emblematica foto

L’articolo in questione riaccende il dibattito sulle cosidette “scie chimiche”, alcuni si chiedono: “allora stanno già sperimentando senza farci sapere nulla?”, altri invece ribadiscono che sono solo delle “ipotesi non verificabili”. In questo dibattito ne escono con le ossa rotte i cosidetti “negazionisti”, ovvero tutti quelli che sostengono che la geoingegneria non esiste.

Lasciando vivo il dibattito noi vi proponiamo questo video che abbiamo trovato in rete

Maurizio Spezia

Appassionato di sport in generale, ospite fisso su Centro Suono Sport ogni lunedì sera.
E-mail: mauriziospezia81@gmail.com