Ecco la cosa strana nei giochi di carte on line ma nessuno se ne accorge

    carte

    Giocare a carte online – di Andrea Mensa

    Parto dalla considerazione, che penso indiscutibile, che i vari giochi a carte rappresentano nel loro insieme il maggiore passatempo praticato.

    Ma è anche vero che da passatempo si è sovente trasformato in attività professionistica, con clubs, tornei anche a livello internazionale.

    Con questa elevata richiesta di gioco o passatempo che dir si voglia, anche la maggiore difficoltà, quella di recarsi a volte distante, è stata risolta da internet.

    Son così sorti moltissimi siti, alcuni dei quali accettano anche scommesse, o pagamenti consegnando anche premi consistenti ai vincitori.

    Tutto bene quindi ? No, perchè cosa offre internet nasconde anche la possibilità di truffe, anche consistenti.

    Nel mondo reale, le carte che vengono mischiate, servite e poi le rimanenti posate sul tavolo, offrono la certezza ai giocatori, che la sequenza dei valori, così stabilita mischiando le carte resterà inalterata sino a fine partita a patto che nessuno manipoli il mazzo.

    Questa operazione però sarebbe possibile SOLO cambiando fisicamente l’ordine delle carte.

    Nel gioco virtuale, a prescindere che le carte vengano mischiate anche n volte, dopo la distribuzione ai giocatori, il mazzo, come nel reale, viene posato sul banco.

    Questo però non offre la garanzia che le carte reali offrono, in quanto il programma può sempre cambiare il contenuto delle carte in quanto esse sono solo una immagine del retro delle carte, ma nessuno può conoscere, oltre al programma quali siano i valori di esse.

    Pertanto se anche la prima carta da prendere fosse un asso di fiori, all’atto del prelievo il server potrebbe sostituirlo con un due o un sette o qualsiasi altro valore non ancora assegnato.

    L’importante che mantenga inalterata la quantità dei singoli valori, considerando quelle già sul tavolo o in mano ai giocatori.

    Perchè il programma o lo staff dovrebbero “truccare” le partite a carte?

    Notare che nell’ambito del programma, esiste già una subroutine che verifica se un valore può essere o no compatibile con le carte calate, pertanto con un semplice flag positivo o negativo può avvenire che (nel caso di flag positivo) vengano ignorati i valori NON utili come nel caso di flag negativo, verranno permessi SOLO valori inutili o doppi.

    Quindi attivando nell’account di un giocatore uno di tali flag, sifarà vincere o perdere sicuramente il giocatore.

    Perchè lo staff dovrebbe attivare tali flags? Lascio ai lettori l’esercitare la fantasia, come , ad esempio, non permettere che un giocatore vinca troppo, non troverebbe più avversari, o un giocatore può diventare simpatico o meno a qualcuno dello staff, o lamentarsi troppo, ecc …

    Ti potrebbe interessare anche Gioco d’azzardo, il punto sulla filiera italiana

    Date in mano uno strumento che permetta di esercitare un simile potere ad un affetto da sindrome di onnipotenza, e lo vedrete manipolare le partite come suonare un pianoforte. Perché sostengo questa tesi?

    Nel gioco, se correttamente gestito, anche il caso più assurdo (statisticamente parlando) può accadere, ma è quando un evento strano si ripeta n volte di fila, che sorge non solo il dubbio, ma la certezza, che qualcuno si stia divertendo alle spalle dei giocatori.

    Se poi in ballo c’è anche del denaro, allora la cosa assume anche un carattere di reato. Visto quante persone sono coinvolte, penso che almeno l’informazione debba assumere carattere virale.

    Come si potrebbe rendere “sicuro” il gioco alla prossima. Fonte Luogocomune

    Maurizio Spezia

    Appassionato di sport in generale, ospite fisso su Centro Suono Sport ogni lunedì sera.
    E-mail: mauriziospezia81@gmail.com