La foto in bikini di questa ragazza è diventata virale per quel sacchetto

9572
sacchetto

Ha il morbo di Crohn e sogna di fare la modella: la foto col sacchetto spopola – di Simona Saviano

Bethany Townsend è diventata famosa grazie al blog personale sul Morbo di Crohn da cui è affetta e dopo aver condiviso su Facebook una foto in bikini con il sacchetto per colostomia bene in vista. Lo scatto è stato visualizzato da 9 milioni di utenti.

Per tante persone affette da Morbo di Crohn l’uso della stomia, ovvero il sacchetto artificiale che raccoglie escrementi, necessario ad esempio dopo un intervento chirurgico addominale che comporta la rimozione di parte dell’intestino, è un vero e proprio “tabù”.

Un oggetto da nascondere qualsiasi cosa accada: eppure c’è qualcuno come la truccatrice inglese Bethany Townsend che è diventata una celebrità su internet dopo aver aperto un blog personale sulla malattia e aver condiviso una foto in bikini con il sacchetto per colostomia bene in vista.

La 23 enne vive nel Regno Unito, a Worcester e l’immagine in questione ha totalizzato più di 9 milioni di visualizzazioni.

Il feedback è stato così positivo che Bethany si è decisa a tentare la carriera di modella, sfidando così un altro tabù. Sul suo blog scrive:

«Non mi aspettavo una reazione del genere, 190.000 likes e 10.000 commenti su Facebook, è da pazzi.

Sono contenta che la foto abbia contribuito a far conoscere il morbo di Crohn e poi i commenti positivi mi hanno aiutato a diventare più sicura di me visto che dall’intervento a cui mi sono sottoposta devo convivere con i sacchetti per colostomia.

La prima volta che mi sono stati consegnati i sacchetti ero devastata, ma la reazione delle persone alla vista di questa foto mi ha aiutata ancora di più ad accettarli».

E’ una celebrità grazie alla foto in bikini con sacchetto per colostomia in vista

La 23 enne ha subito la prima operazione nel 2010 e sin da quando aveva tre anni le è stato diagnosticato il morbo in questione, che è una malattia infiammatoria cronica dell’intestino ed è del pericoloso genere delle malattie autoimmuni.

Nel caso della giovane inglese, si è reso necessario intervenire e rimuovere una porzione dell’intestino che era danneggiato e aiutarla ad espellere le sostanze con un sacchetto a causa di una rottura di una parte dell’intestino.

Dal giorno dell’intervento Bethany si ritrova a convivere con due sacchetti collegati al suo addome:

«Ero in fin di vita e sapevo che l’intervento era necessario, ma quando sono uscita dall’ospedale non ho saputo trattenere le lacrime.

Sapevo che i sacchetti per colostomia erano una delle opzioni, ma le avrei volute evitare.

Quando ho conosciuto  il mio attuale marito Ian gli ho mostrato i sacchetti e lui non ha battuto ciglio. E’ stato allora che ho realizzato di essermi disperata troppo.

Lui mi ha incoraggiata e durante il viaggio di nozze in Messico mi ha spinto ad essere me stessa, così ho deciso di indossare il bikini.

All’inizio ero nervosa e preoccupata che gli altri mi fissassero, ma poi ho capito che i sacchetti non mi definiscono come persona.

In albergo mi hanno chiesto incuriositi dei sacchetti, ma invece di offendermi, li ho ringraziati visto che ho avuto l’opportunità di spiegare cos’è il morbo di Crohn».

Non c’è niente che mi possa fermare

Oggi la Townsend ha imparato ad accettare anche le avversità: l’intervento non ha bloccato il progredire della malattia e il morbo è ancora molto attivo, tanto che continua a perdere peso – è arrivata a pesare 46 Kg – e spera in un trapianto di intestino.

Eppure la 23 enne non si è data per vita e spera di ritornare a lavorare nel mondo della moda, ambiente in cui già lavorava prima che si ritrovasse a convivere con i sacchetti per colostomia:

«Mi sento più sicura e voglio ritornare a sfilare. Non c’è niente che mi possa fermare, non lascerò che il morbo di Crohn controlli la mia vita». Fonte: fanpage.it Donna