Pierluigi Diaco: «Zazzaroni omofobo? La dittatura gay ha rotto le palle» (VIDEO)

0
pierluigi diaco

Pierluigi Diaco: «Zazzaroni omofobo? La dittatura gay ha rotto le palle»

  • di Pietro Di Martino

‘Ballando con le stelle’

Durante la trasmissione ‘ballando con le stelle’ il giudice Ivan Zazzaroni si rifiuta di votare la coppia di uomini formata da Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro, il motivo? Nessuna armonia, anche dal punto di vista estetico. L’accusa di omofobia non tarda ad arrivare e la polemica continua nei giorni successivi.

Tra i vari commenti non sfugge quello del giornalista Pierluigi Diaco che, ai microfoni di Rtl , “sbotta” e parla di dittatura gay.

Il commento

“Ha ragione Zazzaroni per me, ve lo dico io eh, che mi sono appena sposato, unioni civili, quindi figuratevi… a me la dittatura gay ha rotto le scatole. Non è che se uno espirme una critica deve essere tacciato di omofobia. La danza ha una sua grazia, l’idea di unire un uomo e una donna danno un’armonia anche dal punto di vista estetico, nel caso di Ciacci e Todaro che ballano divisi, giustamente Zazzaroni esprime una critica legittima che non può essere tacciato di omofobia. Lo dico da… no. La dittatura gay ha rotto le palle”.

Fortuna che il commento non proviene da un ambiente omofobo e che Diaco è da poco sposato civilmente, altrimenti, cosa sarebbe accaduto? Speriamo solo che il coraggio di certe affermazioni non debba essere punito da chi, in questi ultimi anni, ha voluto fare mera propaganda, accusando chiunque di omofobia, per il solo fatto di avere un parere diverso.

Bravo Pierluigi, ci sei proprio piaciuto!