New York, legge vieta ai bimbi di uscire di casa: fuori c’è il morbillo – Video

367

Il morbillo e la demolizione controllata dei vostri dirittidi Stefano Re – siete voi il bersaglio

Sembra che una contea di New York abbia passato di urgenza una legge che vieta ai bambini non vaccinati di frequentare i posti pubblici: ristoranti, chiese…per le scuole già ci avevano pensato.

Tutto questo per la “terribile epidemia di Morbillo” che sta decimando la popolazione: praticamente tutti morti (uno su 40 milioni…vabbè).

Il concetto è che al di là di tutto, bisogna cercare di individuare quello che stiamo osservando. Come quando guardi un film e ti commuovi emotivamente senza capirne il vero messaggio.

E allora invito tutte quelle persone che hanno fiducia nelle autorità, nella scienza (anche se magari confondono la scienza con la medicina), nell’informazione o nell’OMS di fare uno sforzo di lucidità.

Provate a sganciarvi, a dimenticarvi tutto quello che avete sentito riguardo il morbillo, alle epidemie, all’immunità di gregge, agli immunodepressi. Anche solo per gioco, per farmi un favore.

Provate a togliere di mezzo tutto questo e ad ascoltare semplicemente i fatti così come si manifestano. A New York, una delle capitali della civiltà sul nostro pianeta, a bambini perfettamente sani viene fatto divieto di uscire di casa perchè non prendono un farmaco e, anzichè scatenarsi un coro di urla chiedendo cosa stia succedendo, nessuno ne parla.

Compaiono due articoli su qualche giornale sfigato online per scrivere cosa? Che c’è un epidemia di morbillo! Come se questo c’entrasse qualcosa con il fatto che dei bambini perfettamente sani, non possano uscire perchè non hanno preso un farmaco.

La “terribile” minaccia del morbillo

Ecco, vi chiedo di usare solo la logica e guardare ai fatti perchè qui non c’entra niente la scienza e neanche la salute. La minaccia di cui si parla è il morbillo.

Una malattia che ammazza una persona su mille se in certe condizioni e che non rappresenta una reale minaccia per le persone sane.

Stessimo parlando di una pestinenza letale nuova, chiamiamola epidemia di “zuppardollo”, infettivissima e ti dicessero che le persone non vaccinate non devono uscire di casa… avrebbe anche un senso.

In questo caso stiamo vietando a bambini perfettamente sani di uscire di casa perchè “potrebbero ammalarsi”. Per favore, connettete quel cervello: tutti possiamo ammalarci, tutti! Anche le persone vaccinate. E non solo di morbillo ma di migliaia di malattie.

Ti dicono che adesso c’è un epidemia di morbillo ma quante epidemie ci sono considerando i numeri? Si sta parlando di centinaia di persone su milioni e milioni di individui: è una proporzione ridicola.

Ci sono persone con herpes infettivissimi, quanta gente avrà l’epatite C o qualche cazzo di altra malattia? Vi bevente delle panzate mostruose e restate con la testa fissata su quelle.

Se volete, non ascoltate quel che vi dico ma guardate i fatti: quello che sta accadendo è la demolizione controllata dei vostri diritti! Non di quelli dei novax, dei freevax, no di quelli di Stefano Re ma dei vostri diritti.

Tutta questa manfrina, tutta questa scemenza che stanno tirando in ballo, tutto questo spettacolo grottesco serve solo ad una cosa: a far sì che voi, dopo un anno di questo spettacolo ridicolo a reti unificate, quando leggete che a New York è fatto divieto ai bambini di uscire di casa, anzichè mettervi le mani nei capelli e dire che: “Cazzo sta succedendo?”, dite: “Vabbè… c’era il morbillo”.

Calpestare i vostri diritti

Lo capite adesso? Non c’entra il morbillo, non c’entra la salute, c’entra il fatto di farvi abituare a questo: siete voi il bersaglio!

Vi stanno facendo il lavaggio del cervello per farvi abituare a rinunciare costantemente ai vostri diritti. E’ questo quello che stanno facendo.

Non gliene frega niente di me, io sono un coglione tra mille che protesta e dice due cazzate ma cosa gliene sbatte? Chi mi ascolta? Non è il novax il problema e la salute pubblica non c’entra proprio niente, siete voi, siete voi il bersaglio.

Vogliono che accettiate questo, vogliono che voi accettiate un mondo in cui delle persone sedute intorno ad un tavolo chissà dove, decidano che per voi è il momento di aver paura di qualunque cosa: del terrorista, del morbillo e domani chissà…magari delle zanzare.

Inventato un pericolo vi porteranno ad accettare la violazione dei vostri diritti. Dovete mangiare quello che dicono loro, bere quello che dicono loro, andare nei posti dove dicono loro e non dove vanno gli altri, perchè se ci andate sarà pericoloso.

E dovrete prendere farmaci, giorno e notte, costantemente. Per le vostre prestazioni sessuali, per farvi dormire di più, perchè i bambini non disturbino… lo capite che vi stanno abituando? Vi stanno allevando come animali.

E se qualcuno di voi guardasse dei dati che non corrispondono a quello che vi dicono, ecco che vi daranno del complottista, del’antiscientifio: “Ce l’hai la laurea?”. Se la risposta è si: “Se è un medico, quello bisogna radialo”. Se la risposta è no: “Appunto, non hai la laurea, devi stare zitto!”.

Il gregge

E’ questo il mondo in cui vi stanno conducendo. Non dovete avere solo l’immunità di gregge ma anche l’obbedienza di gregge. Lo sapete vero dove finisce il gregge? Al mattatoio. Ed è lì che siete diretti.

Non dico questo per voi, non vi conosco e francamente non me ne frega un cazzo di voi, di quello che fate, della vostra salute, dei vostri bambini…sono affari vostri! Lo dico per me. Perchè se continuano a trascinare il gregge verso il mattatoio alla fine trascineranno anche me.

Quindi scusate se vi rompo i coglioni, ma non ho nessuna voglia di andarci! Ribadisco, non ascoltate me, limitatevi a guardare i fatti e quello che sta succedendo.

Dovreste ripristinare la sovranità sul vostro corpo, sulla vostra famiglia, sui vostri figli, sul vostro Stato. Sapete già che governi e parlamentari non possono decidere e magari tra un pò vi toglieranno anche l’illusione del voto. Del resto, perchè far votare gli ignoranti? Non fatevi fottere: ribellatevi!

Dall'esclusione scolastica al ghetto.

Due commenti a caldo sugli ultimi drammatici sviluppi della questione vaccinale.

Posted by Stefano Re on Wednesday, March 27, 2019