Di Maio contro Juncker: la risposta del vicepremier italiano lo zittirà?

di maio contro juncker

Di Maio contro Juncker: “Inadatto come presidente commissione Ue”di Pietro Di Martino

Il vicepresidente del consiglio Luigi Di Maio attacca il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker: “Juncker non è adatto a svolgere il ruolo di presidente della Commissione europea, ormai è evidente”.

Prosegue la polemica tra Italia ed Ue sulla manovra del Governo e sul deficit al 2,4%. L’ultima dichiarazione che scatena polemiche è quella del vicepresidente del consiglio Luigi Di Maio: “Juncker non è adatto a svolgere il ruolo di presidente della Commissione europea, ormai è evidente”.

In un post sul blog del Movimento 5 stelle Di Maio scrive: “Come mai tutti si sentono in diritto di fare la morale a noi, che abbiamo stabilito un rapporto deficit/Pil al 2,4% ma non a Paesi che hanno un rapporto deficit Pil al 2,8%? Ancora ricordo quando alcuni giornalisti stranieri chiedevano a Juncker della Francia, che ha sforato il rapporto deficit/PIL per circa nove anni di fila, e lui rispondeva: ‘ma la Francia è la Francia!’. Per non parlare delle continue violazioni dell’export tedesco che da anni e anni viola le regole comuni europee. Anche in quel caso dalla Commissione solo silenzio”.

Di Maio contro Juncker e Pierre Moscovici.

Secondo il vicepresidente del consiglio a far crescere lo spread sono le dichiarazioni di alcuni commissari Ue come Juncker e Pierre Moscovici.

Quest’ultimo ricordiamo aver detto che gli italiani: “Hanno fatto la scelta di un governo risolutamente euroscettico e xenofobo che, sulle questioni migratorie e di bilancio, tenta di disfarsi degli obblighi europei”

Dichiarazioni del tutto inadeguate se si pensa a quanto il nostro Paese abbia contribuito all’integrazione e al salvataggio di migliaia di vite umane.

Al commissario europeo Pierre Moscovici risponde anche Roberto Calderoli (lega): “Ma come si permette il commissario europeo agli Affari Economici, Pierre Moscovici, di definire il Governo italiano ‘un Governo xenofobo che sulle questioni migratorie e di bilancio sta cercando di sbarazzarsi degli obblighi europei’. A parte il fatto che è l’Europa finora ad aver disatteso tutti gli obblighi sulle politiche migratorie nel confronti dell’Italia, abbandonata da tutti e lasciata sola a gestire una vera e propria invasione. Ma detto questo chi è Moscovici per continuare a criticare l’Italia e ad offendere il suo Governo? Un Governo scelto dai cittadini, anche se comprendo che a Bruxelles preferissero un Governo dei Cottarelli”

Insomma, la tensione tra Governo e Commissione europea sembra non avere tregua, al contrario, lo scontro si fa sempre più incessante.

Ti potrebbe interessare anche: In arrivo attacco contro l’Italia? Ecco perché il governo non può fare nulla

Il post del vicepresidente del consiglio Luigi Di Maio.

Il vicepresidente Di Maio conclude il suo post così: “Gli italiani non hanno nessuna intenzione di rinunciare alla qualità della loro vita, al rispetto del loro voto e di tutto ciò che hanno chiesto il 4 marzo. Il deficit sarà in linea con quello degli ultimi anni e tutto ciò che abbiamo in mente risponde solo a due principi: giustizia sociale e crescita. E noi non abbiamo nessuna intenzione di non rispettare le regole del patto di stabilità e crescita. Come hanno fatto molti altri Paesi prima di noi, anche noi possiamo avere uno scostamento temporaneo per risolvere un problema sociale grave e urgente.”

E continua: “Hanno cercato di convincerci per anni che l’unica soluzione era soffrire e stringere i denti, ma tutto il mondo ha visto che non ha funzionato. La chiave per invertire la rotta sono gli investimenti! Ripeto: un piano di investimenti mai visto prima! Siamo perfettamente consapevoli del fatto che il nostro debito deve restare sostenibile, di sicuro non aumenterà inutilmente di 200 miliardi come è successo già con il PD che oggi ci fa la morale.”

Per Di Maio, “la Manovra del Popolo” deve essere analizzata dal punto di vista economico, e non usata politicamente contro l’unico governo che sta lavorando per i cittadini italiani: “Basta speculazioni sul nostro Paese!”

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com