Di Battista senior indagato per offese a Mattarella: da 5 a 15 anni di galera

Di Battista

Di Battista senior: un post su facebook vale 15 anni di galeradi F.S.

Di vilipendio in vilipendio, ora tocca a Di Battista senior. Bonafede rigetti l’inchiesta, Mattarella plachi la magistratura

Ancora ricordo le ore convulse in cui al Senato si discuteva la legge sul vilipendio del presidente della Repubblica, con il grillino Buccarella che faceva le smorfie al pensiero di salvare un pericoloso eversore di destra che aveva criticato Napolitano.

La modifica di quella legge – grazie a Gasparri e Nitto Palma di Forza Italia – passo’, ma poi si insabbiò alla Camera, Boldrini regnante. Non ce ne fu bisogno per me, perché comunque fui assolto in appello, dopo nove anni e rinunciando alla prescrizione.

Ora per Vittorio Di Battista le cose si mettono peggio. Il focosissimo padre di Alessandro ha scritto peste e corna su Mattarella nella propria pagina fb e la magistratura ci vuole andare con la mano pesante.

Non solo offesa al Presidente – da uno a cinque anni di galera – ma addirittura attentato alla sua libertà, che vale al gioco della giustizia da cinque a quindici anni in gattabuia. Per favore, il governo del cambiamento cambi tutto.

Anzitutto, Bonafede, ministro della giustizia, se ne freghi di essere grillino, non si faccia condizionare da un inesistente conflitto di interesse perché parliamo di una pena ridicola e di un’inchiesta che farebbero bene a far rimanere nei cassetti, anzi ad archiviarla, e non ne autorizzi la prosecuzione.

Già, perché è un reato che si persegue solo col consenso del Guardasigilli (per fortuna, a me tocco’ Mastella che in 48 ore diede invece il via libera). E poi si cambi questa legge che non ha alcun senso.

Se il capo dello Stato e’ offeso o minacciato sia lui a denunciare e non chiunque passa per strada. Poi, sia Mattarella a frenare questo profluvio di inchieste. Nei palazzi di giustizia non dovrebbero avere tempo da perdere. Fonte: IL GIORNALE D’ITALIA

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com