Cibi riscaldanti, ecco cosa mangiare per proteggerci dal freddo

230
cibi riscaldanti

Ecco cosa mangiare con il freddo: i cibi riscaldanti!

Freddo e neve? E’ arrivato Burian, e allora ecco come contrastarlo, almeno a tavola, con tutti quegli alimenti che contengono vitamina A, vitamina B, vitamina C e vitamina E.

Dai legumi allo yogurt, dalle noci alle tisane. L’alimentazione può fornire un valido aiuto nella protezione del nostro organismo dallo stress generato dalle basse temperature. Cosa mangiare dunque, quando fa freddo (e una ricetta che ci ricorda la montagna).

Legumi e vellutate di verdura

Alimenti come fagioli, ceci, lenticchie contengono ferro, che se manca nel nostro corpo fa aumentare la sensazione di freddo. Quando le temperature sono basse, nelle giornate più rigide, una bella zuppa calda di legumi o un buon minestrone è il piatto ideale per ritrovare un po’ di calore. In tal senso anche le vellutate sono eccezionali in inverno, ad esempio, optando per verdure di stagione, la vellutata di broccoli o la vellutata di finocchi.

Noci

Oltre a contenere acidi grassi essenziali, le noci sono ricche in zinco: un micronutriente prezioso per la prevenzione delle infezioni e importante per le cellule del sistema immunitario.

Yogurt

Contiene fermenti lattici che aiutano i batteri naturalmente presenti nel nostro intestino a mantenere sempre sveglio e attivo il sistema immunitario. Contrasta direttamente i batteri patogeni con cui veniamo a contatto tutti i giorni.

Carne, pesce e uova 

Consumare proteine sviluppa calore per un effetto chiamato “Termogenesi indotta dalla dieta”, e mantiene alto il metabolismo. Sono anche importanti fonti di ferro, fondamentale per la salute dell’organismo e nel mantenimento della temperatura corporea.

Tisane

Infusi e Tisane danno una piacevole sensazione di calore e aiutano a rilassarsi, oltre a fornire molti antiossidanti preziosi soprattutto in questa stagione. Coccolarci con una tisana calda la sera, ci permette anche di evitare la voglia di dolci e cioccolata soprattutto dopo cena. Indecisi su quale scegliere? Quella alla liquirizia è ottima per questa stagione.

Cibi riscaldanti: risotto affumicato

Ingredienti
Pancetta affumicata 50 g
Scamorza affumicata 100 g
Brodo vegetale 1 l
Burro 20 g
Cipollotto fresco 2
Pepe nero q.b.
Riso Carnaroli 320 g
Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai

Procedimento

Il risotto affumicato è un gustoso primo piatto che ricorda i sapori e i profumi della cucina di montagna, dove vengono preparati diversi piatti con prodotti affumicati.

Per preparare il risotto affumicato mondate e tritate finemente i cipollotti, quindi fateli appassire in un tegame a fuoco dolce, con l’olio extravergine di oliva e il burro. Tagliate a piccoli pezzi la pancetta affumicata, aggiungetela al cipollotto e lasciatela indorare ed insaporire per un paio di minuti.

Unite il riso, fatelo tostare qualche minuto, mescolando frequentemente per evitare che si attacchi, poi unite al tutto 2-3 mestoli di brodo (magari fatto con un dado vegetale naturale “fai da te”). Continuate la cottura per 15 minuti, aggiungendo del brodo quando il riso tende ad asciugarsi.

Nel frattempo tagliate a dadini la provola affumicata e, a cottura quasi ultimata, unitela al riso, aggiustate di sale e pepe, quindi mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti. Il vostro risotto affumicato è pronto: impiattate e servitelo finché è caldo.

Fonte: SoluzioniBio