Ecco cosa succede al nostro colon se mangiamo 90 gr di cereali integrali al giorno

cereali integrali

Cancro al colon-retto, mangiare 90 grammi di cereali integrali al giorno riduce il rischio – di Andrea Centini

Una vastissima indagine statistica condotta sui dati di 29 milioni di persone ha fatto emergere il fattore protettivo dei cereali integrali contro il cancro al colon-retto.

Mangiarne 90 grammi al giorno riduce il rischio del 17%.

Mangiare quotidianamente 90 grammi di cereali integrali riduce del 17 percento il rischio di sviluppare il temuto cancro al colon-retto, uno dei più diffusi e pericolosi.

È quanto emerge da una autorevole e approfondita indagine statistica condotta dall’American Institute for Cancer Research (AICR) e dal World Cancer Research Fund (WCRF).

Gli studiosi che hanno redatto il report, coordinati dal professor Edward Giovannucci, docente della Harvard TH Chan School of Public Health di Boston, hanno analizzato un totale di 99 studi, lavorando sui dati di oltre 29 milioni di persone. Fra essi, in 250mila erano colpite proprio da cancro al colon-retto.

Dall’estrapolazione dei dati non solo è emerso il fattore protettivo dei cereali integrali, tra i quali si annoverano il riso nero, l’orzo e l’avena, ma anche quello legato a un minor consumo di carni rosse e lavorate.

Queste ultime sono da tempo nel mirino dei ricercatori proprio il rischio cancerogeno che possono comportare, se non consumate (e cucinate) in maniera sana e responsabile.

Il team di Giovannucci ha determinato il rischio di ammalarsi di cancro al colon-retto aumenta consumando 500 o più grammi a settimana di carni rosse o lavorate, come hot dog, hamburger, salsicce e insaccati provenienti da bovini e suini.

Il rischio aumenta anche in presenza di sovrappeso o obesità e se non si usa moderazione con l’alcol; assumere due o più bevande al giorno superando i 30 grammi di alcol incrementa infatti il rischio di ammalarsi.

Cereali integrali ma non solo

Negli Stati Uniti vengono diagnosticati 371 casi di cancro al colon-retto a uomini e donne ogni giorno, ma per l’AICR il 47 percento di essi potrebbe essere prevenuto adottando uno stile di vita sano.

Dieta equilibrata e ricca di fibre come suggerisce il risultato del report, esercizio fisico, niente fumo e consumo limitato di alcol e carni rosse e lavorate sono la chiave per abbattere il rischio di ammalarsi, sono i consigli dei ricercatori.

“Il cancro del colon-retto è uno dei tumori più diffusi, ma questa relazione dimostra che c’è molto che si può fare per ridurre drasticamente il rischio”,

ha concluso Giovannucci, docente di nutrizione ed epidemiologia presso la prestigiosa Università di Harvard. Fonte: scienze.fanpage.it

Denise Baldi

Chimica appassionata di rimedi naturali e tutto quello che riguarda la salute in generale. Interessata ai metodi educativi dolci che lasciano libertà al bambino. Amante della cucina.
Fare buona informazione è il suo scopo primario.
E-mail: baldidenise1982@gmail.com