Mostro marino sulle spiagge del Texas dopo l’uragano Harvey

Il passaggio dell’Uragano Harvey oltre a lasciare una scia di morte, paura e distruzione ha fatto emergere dalle acque una strana creatura.

L’animale a prima vista sembra una creatura del profondo mare, senza occhi e con denti molto aguzzi. Secondo il Daily Mail l’ipotesi più plausibile è che sia una creatura che vive nei fondali marini più profondi, molto simile ad un’anguilla.

A fotografare la strana creatura è stata Preeti Desai della National Audobon Society, che ha pubblicato le foto su Twitter nella speranza che qualche biologo riuscisse a spiegarle la natura di questa strana creatura.

“Okay biologi di Twitter, che diavolo è questo?”

Le ipotesi del Daily Mail vengono confermate anche dal web. Infatti su Twitter lo scienziato marino Andrew Thaler risponde a Preeti Desai:

“Difficile stabilirlo vista la posizione e lo stato di decomposizione, ma la forma del corpo e la dentatura mi inducono a pensare che è una specie di anguilla”

Altri esperti concordano che si tratti di un tipo di anguilla della famiglia delle ophichthidae, detta anche “anguilla serpente”. Invece Kenneth Tighe del Museo Nazionale di Storia Naturale Smithsoniano degli Stati Uniti ipotizza che si tratti di un esemplare di chauliodus Aplatophis, conosciuta con il nome di “anguilla con le zanne”. Animali che vivono in profondità comprese tra i 30 ed il 90 metri e che i forti venti e le correnti marine, scatenate dal recente uragano, hanno portato a galla.

“Click & Grow”, ecco l’orto da appartamento

Quest’anno le novità iper-tecnologiche, in mostra a Berlino dall’1 al 6 settembre, parlano green e bio: l’IFA 2017, il più importante evento dedicato all’elettronica di consumo che si tiene tradizionalmente a Berlino, dopo averci mostrano, lo scorso anno, le soluzioni smart per controllare l’irrigazione delle piante, oggi ci propone molto di più: un sistema completo per coltivare verdure e frutta in appartamento.

Dopo l’orto in fondo al mare, ecco l’orto fatto in casa, anche per chi vive in 50 metri quadrati di un piano alto in una metropoli.

Orto e serra, le piante si coltivano in casa

Si chiama Click & Grow, ed è stato inventato e messo a punto da una start-up estone e propone diversi kit, completi di capsule con semi, per controllare facilmente la crescita in casa di pomodorini, basilico, fragole, stevia, peperoncini e tutto quello che può germogliare e vivere facilmente in un piccolo vaso da tenere in appartamento.

E proprio dall’Estonia arrivano terriccio e semi.

Come funziona l’orto da appartamento

Il funzionamento di questa novità, che ci consente di coltivare un orto in appartamento, è davvero semplice. Una volta tolto il dispositivo dalla scatola si collega alla corrente, si riempie il serbatoio dell’acqua (che pompa l’acqua necessaria alle piante premendo ripetutamente un tasto) e si inseriscono le capsule con i semi negli alloggiamenti. Indoor Garden di Click & Grow penserà a tutto il resto in modo autonomo, regolando acqua, ossigeno e nutrienti automaticamente.

La luce verrà fornita invece tramite dei LED che si accendono quando la luce ambientale è insufficiente per avere un accrescimento adeguato della pianta.

Quante piante posso coltivare con “Click & Grow”

L’orto in casa, presentato all’IFA di Berlino, va da un kit fai da te da 3 piantine per i principianti, ad una vera e propria serra da salotto per gli entusiasti, che potranno poi passare direttamente alla coltivazione da parete, che permetterà loro di coltivare allo stesso tempo: 18 ceppi di lattuga, 9 peperoncini, 9 piante di basilico rosso, 9 piantine di pomodori e 9 di erba cipollina, il tutto sui tre piani-mensole del mobile-serra.

FONTE: SoluzioniBio.it