Bimba mette in bocca caricabatterie attaccato alla corrente: aveva 2 anni

caricabatterie

Mette in bocca caricabatterie attaccato alla corrente, bimba di 2 anni muore folgorata – di Antonio Palma

La tragedia in casa dei nonni materni nello stato indiano dell’Uttar Pradesh dove la piccola stava trascorrendo alcuni giorni con la madre.

Qualcuno ha dimenticato di spegnere il caricabatterie lasciandolo attaccato alla presa elettrica e la bimba, credendolo un gioco, lo ha infilato in bocca.

Doveva essere un tranquillo pomeriggio a casa dei nonni ma la giornata si è trasformata in tragedia per una bimba indiana di due anni e mezzo originaria di Mustafabad nel territorio federato di Delhi.

Sfugge al controllo dei parenti e mette il caricabatterie in bocca

La piccola, sfuggendo al controllo dei parenti, ha messo in bocca un caricabatterie che era ancora attaccato alla prese di corrente ed è morta tragicamente a causa di una scarica elettrica che non le ha dato scampo.

Il dramma si è consumato nello scorso fine settimana quando la mamma ha deciso di portarla con lei a casa dei nonni materni a Jahangirabad, nel distretto di Bulandshahr nello stato federato dell’Uttar Pradesh.

Ti potrebbe interessare anche Milano, bimba di 2 anni mangia disgorgante per i lavandini: è grave

La donna e la piccola Shehvar erano arrivati in città venerdì sera e il giorno seguente la signora aveva lasciato la piccola a casa coi nonni per fare alcune commissioni.

Purtroppo in quel momento è avvenuta la tragedia. Qualcuno della famiglia, dopo aver messo in carica il suo telefono, ha dimenticato di spegnere il caricabatterie lasciandolo attaccato alla presa elettrica.

In quel momento la piccola si è avvicinata credendolo un gioco e lo ha messo in bocca facendo partire la scarica che le è stata fatale.

Inutile per lei la successiva corsa in ospedale accompagnata dai parenti, i medici hanno solo potuto constatarne il decesso.

La polizia locale, informata dell’accaduto dia media, ha spiegato che nessuno ha denunciato l’episodio e quindi non c’è alcuna inchiesta in corso. Fonte: fanpage.it