Bimba di 9anni con paralisi cerebrale salva il fratellino che stava annegando

833
paralisi cerebrale

L’eroismo di Lexie, a 9 anni ha paralisi cerebrale ma salva il fratellino che sta annegandodi A.P.

L’eroico gesto della bimba di 9 anni che pur con una paralisi cerebrale che le impedisce di parlare e di fare la maggior parte dei movimenti del corpo, è riuscita a lanciare l’allarme per salvare il fratellino di 18 mesi che era caduto in piscina.

Lexie è un bimba di soli 9 anni che ogni giorno è costretta a convivere con una grave disabilità causata da una paralisi cerebrale che le impedisce la maggior parte dei movimenti del corpo  e la costringe a  restare seduta su una sedia a rotelle.

Per lei però non è stato necessario essere in grado di camminare e parlare per salvare il fratellino di 18 mesi  Leeland che ha rischiato seriamente di annegare nella piscina della casa di famiglia.

La piccola infatti è stata l’unica ad accorgersi che il fratello era sfuggito all’attenzione dei genitori e si era diretto verso la piscina e con un gesto eroico lo ha salvato da morte certa.

Lexie infatti ha raccolto tutte le sue forze e ha emesso l’urlo più potente che potesse riuscendo così a mettere in allarme gli adulti che infine sono intervenuti per tirare fuori il piccolo prima che fosse troppo tardi.

L’episodio nella casa di famiglia ad Halifax, capitale della provincia della Nuova Scozia, in Canada. L’incidente mentre la famiglia era tutta intenta a prepararle la festa di compleanno di Lexie mentre il bimbo dormiva per il pisolino.

Quando il bimbo si è svegliato e non ha trovato nessuno però si è diretto fuori verso la piscina dove si è sfiorato il dramma. “La cosa spaventosa è che ha aperto la porta e l’ha richiusa dietro di lui, e non aveva mai aperto quella porta del patio prima”, ha spiegato la madre dei due bimbi, Kelly Jackson.

L’unica ad accorgersi di tutto è la ragazzina che lancia u urlo terrificante.  “Abbiamo pensato subito fosse caduta dalla sedia a rotelle” ha spiegato la madre.

La prima ad accorrere è stata la nonna alla quale  Lexie ha subito fatato capire che doveva guardare fuori. “È stato spaventoso, pensavamo che non sarebbe finita bene, l’abbiamo abbracciato un milione di volte, in due secondi una vita può cambiare e siamo solo grati che Lexie sia stata così pronta ad avvisarci, sennò sarebbe stato troppo tardi.

Non l’avevo mai sentita urlare così”, ha ricordato  la signora Jackson. Per il suo gesto Lexie è stata premiata come eroina dal Consiglio regionale di Halifax e onorata dal dipartimento di polizia della città.

Fonte: fanpage.it – Titolo originale: L’eroismo di Lexie, a 9 anni ha paralisi cerebrale ma salva il fratellino che sta annegando