Gli ordini della BCE all’Italia “sovrana”, ecco cosa dobbiamo fare

371
BCE

La Bce dà solo ordini: ‘Attuate le riforme pensionistiche’

Gli economisti invitano i Paesi della zona euro a rivedere i sistemi previdenziali, pena il rischio dei conti pubblici

La Banca economica europea avvisa i Paesi della zona euro e ribadisce, in un articolo pubblicato sull’ultimo Bollettino economico, la necessità di attuare le riforme del sistema previdenziale adottate senza passi indietro. In caso contrario, i conti pubblici sarebbero messi a rischio.

Riportando il testo della nota citata, adnkronos riferisce che secondo Bce “le dinamiche demografiche avranno implicazioni macroeconomiche e fiscali fondamentali per l’area dell’euro. In particolare, l’invecchiamento comporterà un calo dell’offerta di lavoro e avrà probabilmente effetti negativi sulla produttività”. Senza contare che tale andamento demografico avrà come conseguenza anche “cambiamenti dei prezzi” di alcuni prodotti “per motivi principalmente riconducibili a spostamenti della domanda, in particolare con incrementi della domanda di servizi”.

Ti potrebbe interessare anche: Nel 2018 cambia tutto il pagamento delle pensioni: ecco il calendario mese per mese

Sono inoltre previste “pressioni al rialzo sulla spesa pubblica per pensioni, assistenza sanitaria e cure a lungo termine. Ciò renderà problematico per i paesi dell’area ridurre il consistente onere del loro debito e assicurare la sostenibilità dei conti pubblici nel lungo periodo” avvertono gli economisti della Bce.

In questo quadro si fa poi cenno al fatto che diversi Paesi “hanno adottato riforme pensionistiche a seguito della crisi del debito sovrano, benché la rapidità di attuazione di tali riforme sia recentemente diminuita”. Tra essi l’Italia, con particolare riferimento alla Legge Fornero sulla quale, anche nel corso della recente campagna elettorale, si sono riversate numerose critiche.

Fonte: IL GIORNALE D’ITALIA