Amanda Knox torna in Italia per la prima volta dopo la scarcerazione

668
amanda knox

Amanda knox torna in Italia: parteciperà alla prima edizione del Festival della giustizia penale di Modena.

La Camera penale di Modena, insieme all’Italy Innocence Project, ha organizzato per il 14 e 15 giugno la prima edizione del Festival della giustizia penale.

All’evento parteciperanno avvocati, giornalisti e professori. Tra i tanti ospiti illustri un nome che tutti conosciamo: Amanda Marie Knox, per la prima volta in Italia dopo la sua scarcerazione.

Amanda ha trascorso in Italia quasi quattro anni in carcere per l’omicidio di Meredith Kerche. Nel 2015 venne assolta definitivamente dalla Corte suprema di cassazione italiana.

Amanda Knox al Festival della giustizia penale

Per chi non ricordasse, l’omicidio avvenne a Perugia la sera del 1° novembre del 2007. Meredith venne ritrovata con la gola tagliata nella propria camera da letto.

Era una studentessa inglese di 22 anni ed era in Italia nell’ambito del progetto Erasmus. Il processo ebbe una grande risonanza mediatica nazionale e internazionale.

L’invito ad Amanda è stato proposto in quanto, tra i principali argomenti del Festival di Modena, si discuterà di processo penale mediatico.

Il Presidente della Camera penale di Modena, Guido Sola, ha spiegato il perché di un evento del genere, ovvero “quello di analizzare il tema scelto dalla Camera penale per l’anno in corso con l’obiettivo di sconfiggere il populismo giudiziario”.

Sul sito Il Dubbio, Martina Grossi, membro dell’associazione Italy Innocence, motiva con queste dichiarazioni la presenza di Amanda Knox: “Il suo caso è stato analizzato dai media in modo quasi patologico”.

“Questo sarà al centro del dibattito scientifico – continua Martina Grossi – con l’obiettivo di ascoltarla sul tema di cosa sia trasparso all’opinione pubblica della sua immagine e come sia stata recepita”.

Una presenza che inevitabilmente riaccenderà proprio quei riflettori di cui si discuterà al Festival. E chissà che non si ricominci con il solito tam tam televisivo. Speriamo di no, ne abbiamo avuto abbastanza.